Altre 200 tute e mille mascherine ai Vigili del fuoco

Consegnate ai Vigili del Fuoco 200 tute sterili monouso e mille mascherine Ffp2, frutto di donazioni alla città di Verona.

sindaco di verona sboarina mascherine ai vigili del fuoco pompieri

Il sindaco Federico Sboarina, ieri pomeriggio, si è recato al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco per consegnare 200 tute sterili monouso e mille mascherine Ffp2. Il materiale di protezione individuale è frutto delle donazioni che il Comune ha ricevuto dalla città gemellata di Hangzhou e da altri donatori cinesi e che l’Amministrazione ha voluto mettere a disposizione dei pompieri di Verona, impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria.

L’incontro con il comandante Nicola Micele e con i suoi uomini è stato anche l’occasione per esprimere solidarietà ai Vigili del Fuoco, che sono stati vittime di insulti e di un lancio di oggetti all’hotel Monaco, al termine delle operazioni di sanificazione di alcuni spazi della struttura utilizzata per ospitare richiedenti asilo positivi al Covid–19.

Ad accogliere il sindaco, schierato sul piazzale della caserma, il picchetto di alcuni vigili del fuoco.

«La mia presenza qui al Comando – ha detto il sindaco Sboarina – non è solo l’occasione per portarvi la solidarietà dell’Amministrazione, ma vuole essere soprattutto il modo per esprimere a tutti voi l’affetto e la stima dell’intera città di Verona. Già in tempo di pace, i pompieri sono molto amati dai cittadini; in questi momenti in cui il rischio è ulteriormente aumentato, sappiate di esserlo ancora di più perché la gente apprezza particolarmente il vostro costante impegno a favore della comunità. Per questo, oltre a rappresentarvi la vicinanza simbolica della nostra città, ho voluto portare un segno tangibile di questo affetto consegnandovi una dotazione di dispositivi di sicurezza che possono esservi utili nei vostri interventi. Ricordatevi che Verona vi è vicina e che non siete soli».

«Normalmente non siamo impegnati in interventi di sanificazione – ha detto il comandante Micele – ma ben volentieri ci siamo messi a disposizione per operare nelle case di riposo e in contesti in cui la presenza di persone positive rende le operazioni complesse. Ce ne siamo fatti carico perché siamo in prima linea a fianco dei cittadini. Ringrazio molto per la vicinanza che evidentemente non è solo simbolica, ma grazie a queste tute davvero preziose e a queste mascherine è reale e tangibile. Anche per il nostro Corpo, come per tutti, questo è un periodo difficile, oltre ai nostri compiti ordinari, siamo infatti molto impegnati su tanti fronti creati dall’emergenza sanitaria».