Alluvioni e allagamenti a Parona, entro aprile il nuovo sistema di raccolta acque piovane

Si lavora a un nuovo bacino di raccolta delle acque, il sistema dovrebbe essere pronto entro aprile. L'assessore Marco Padovani: «Stop ai rischi delle bombe d'acqua».

Parona allagamenti nuovo sistema raccolta acque piovane
New call-to-action

Si lavora per evitare nuovi allagamenti a Parona

Un bacino di raccolta dalla profondità media di 240 cm, per il contenimento di oltre 1200 metri cubi di acqua. È questo il cuore dell’ampio intervento di bonifica in fase di realizzazione tra il Vaio Monastero e l’area verde all’interno dell’oratorio parrocchiale di Parona, che decreterà la parola fine agli allagamenti nella zona.

Un’operazione, dal valore complessivo di quasi 200mila euro, realizzata per la messa in sicurezza idraulica del quartiere di Parona, duramente colpito nel 2018 e nel 2020 da due improvvise precipitazioni che, in pochi minuti, riversarono nella zona un ingente quantitativo d’acqua. Ne scaturì un esondazione di ampia portata dai canali di raccolta presenti, con il riversamento di acqua e fango nelle strade principali e, in particolare, nella centrale piazza del Porto, una delle aree più colpite, rimasta completamente sommersa.

Ora, grazie ad un ampio programma di intervento per la sistemazione idraulica del Vaio del Ghetto, tra l’area di Arbizzano per il Comune di Negrar di Valpolicella e quella di Parona per il Comune di Verona, l’acqua piovana, anche in situazioni di forti precipitazioni, verrà completamente convogliata in condotte e bacini di raccolta ad alta portata. Il tutto a garanzia della sicurezza dei residenti della zona.

LEGGI ANCHE: Apertura galleria Adige-Garda, è scontro

L’intervento, già in fase di realizzazione, è a cura del Consorzio di Bonifica Veronese, autorizzato dalla Direzione Regionale Difesa del Suolo – U.O. Bonifica e Irrigazione, in collaborazione con il Comune di Verona. I lavori, che hanno già portato alla costruzione del bacino e di alcuni tratti delle nuove condutture di raccolta, saranno ultimati entro il prossimo aprile.

Sul posto, per visionare lo stato dell’opera, si è recato oggi l’assessore alle Strade e Giardini Marco Padovani. Presenti con lui, per il presidente Consorzio di Bonifica Veronese Alex Vantini e il direttore tecnico Andrea De Antoni, il consigliere comunale Enrico Guardini.

Programma d’intervento per combattere gli allagamenti a Parona

Le opere idrauliche hanno lo scopo di ridurre l’intensità e la frequenza degli episodi di ruscellamento stradale, che causano gli allagamenti nella parte più depressa di Parona, utilizzando come punto di scarico il Vaio del Ghetto prima del suo sbocco in Adige. In fase di realizzazione: l’intercettazione delle acque del vaio Monastero, che ruscellano lungo via Torcolo, al termine della quale viene collocato un doppio canale grigliato, largo quanto la carreggiata stradale.

Una seconda griglia d’intercettazione stradale è da realizzarsi in via Monastero. Il trasporto delle acque lungo via Santa Cristina si effettuerà attraverso i circa 200 metri di nuove condutture installate nell’area comunale del Centro parrocchiale di Parona, dove è già in opera anche il nuovo bacino d’invaso, realizzato nello spazio erboso retrostante al campo da calcio parrocchiale.

LEGGI ANCHE: Ciclovia del Sole, De Berti: «Da Verona a Valeggio in bici»

La vasca ha una profondità media di 240 cm dal piano campagna, con i soli lati lunghi recintati. I lati corti del bacino, invece, saranno costituiti da rampe non recintate, che perciò potranno essere discese o risalite in tutta sicurezza da persone e mezzi d’opera.
Per il sostegno a lungo termine delle pareti inclinate si è utilizzata la tecnica delle terre rinforzate che saranno piantumate a prato. Il ciglio delle scarpate sarà protetto su entrambi i lati da una recinzione.

Lo scarico delle acque raccolte si effettuerà nel Vaio del Ghetto-Parona, corso d’acqua demaniale in delega amministrativa al Consorzio di Bonifica Veronese che costituisce il tratto terminale del Vaio del Ghetto – Arbizzano, dopo la confluenza con il Vaio di Novare.

LEGGI ANCHE: Abbandono di rifiuti, 55 beccati a Verona in gennaio. Il video

Parona allagamenti

I commenti

«I lavori, che saranno ultimati fra circa due mesi, garantiranno la completa raccolta e scarico delle acque piovane, evitando allagamento anche in caso di bombe d’acqua – sottolinea l’assessore Padovani –. Un intervento importante reso possibile grazie alla positiva collaborazione con il Consorzio di Bonifica Veronese, realizzatore dell’opera. In diversi punti sono in fase di completamento le modifiche al sistema di raccolta delle acque piovane di Parona, con lavori tra via Monastero, via Santa Cristina e largo Stazione Vecchia».

LEGGI ANCHE: Vandali a Cadidavid: Comune e comitato cittadini al lavoro

«Oltre alle nuove condutture in fase di installazione, per quasi 200 metri di nuovo tracciato, già effettuato lo scavo per il bacino di raccolta, una vasca che potrà contenere più di 1200 metri cubi di acqua. Il tutto per la messa in sicurezza idraulica di Parona, particolarmente colpito nel 2018 e nel 2020 da due improvvise e forti precipitazioni, che hanno provocato il completo allagamento della piazza del Porto e di alcune delle vie principali del quartiere».

«I lavori – spiega il presidente del Consorzio di Bonifica Veronese Vantini –, che si collegano al già completato intervento sul Vaio del Ghetto effettuato nel 2020 nell’area di Arbizzano nel Comune di Negrar, consentono la messa in sicurezza anche del quartiere di Parona, con un ampia modifica dello scarico delle acque piovane nella zona tra via del Monastero e Santa Cristina. Obiettivo evitare la fuoriuscita d’acqua nei tratti a valle, particolarmente colpiti dai forti fenomeni temporaleschi registrati nel 2018 e nel 2020».

LEGGI LE ULTIME NEWS

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK