All’Ospedale di Villafranca un nuovo ciclo di pet therapy

Gli incontri si svolgono il martedì, hanno una durata di due ore, e coinvolgono i piccoli pazienti dell’Ospedale di Villafranca e tutti i bambini che si recano presso la UOC Pediatria del Magalini.

pet_therapy_Ospedale Villafranca_2

Dopo il successo della prima tranche, torna nel 2024 il progetto di «pet therapy» presso la UOC Pediatria e Patologia Neonatale dell’Ospedale di Villafranca. La seconda parte degli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA), intitolati “Una coda, un sorriso”, sono ancora una volta organizzati in collaborazione con la cooperativa sociale La Città degli Asini. Si svolgono in un giorno fissato della settimana, il martedì, hanno una durata di 2 ore, e coinvolgono i piccoli pazienti dell’Ospedale di Villafranca e tutti i bambini che si recano presso la UOC Pediatria del Magalini diretta dal dr. Alessandro Bodini per le valutazioni pre-ricovero, in vista dell’intervento chirurgico.

LEGGI LE ULTIME NEWS

pet_therapy_Ospedale Villafranca_2

Dr. Alessandro Bodini, Direttore UOC Pediatria e Patologia Neonatale, Ospedale di Villafranca: «Esiste ormai diversa letteratura medica contemporanea sull’efficacia della pet therapy, un termine che comprende una vasta gamma di progetti finalizzati a migliorare la salute e il benessere delle persone, e in questo caso dei bambini, con l’aiuto di animali da compagnia, alcuni cagnolini simpaticissimi. In realtà l’utilizzo degli animali a scopo terapeutico ha radici molto più antiche nella storia della medicina. All’Ospedale di Villafranca il progetto di pet therapy vede l’organizzazione de La Città degli Asini, una Onlus con sede legale in provincia di Padova e sede operativa in località La Quercia, a Bussolengo. Anche per la seconda serie di incontri vengono seguite le indicazioni del Protocollo Sanitario, applicate dagli Operatori degli Interventi Assistiti con gli Animali, dai bambini e dagli accompagnatori, e dal personale dell’Ospedale, in uno spazio e con percorsi ben definiti, con misure per controllo igiene e verifiche nonché controlli degli animali coinvolti». 

Il progetto

Il progetto “Una coda, un sorriso”, interamente finanziato da Rotary Club Verona e da Valpolicella Benaco Banca BCC, ha l’obiettivo di ridurre l’effetto di stress e ansia che può nascere nei piccoli pazienti e nelle loro famiglie durante il percorso preoperatorio. La presenza di amici «a quattro zampe» in ambiente ospedaliero, infatti, stimola nel bambino emozioni positive, offrendo così un valido aiuto per affrontare in modo più sereno i momenti di disagio durante la permanenza in reparto.

La cooperativa sociale La Città degli Asini è un centro specializzato in Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) e si occupa di attività di educazione sociale e attività didattiche con percorsi mirati, attività terapeutiche psichiatriche e motorie. Da anni questa cooperativa opera con enti istituzionali pubblici e privati nel rispetto della vigente normativa nazionale e regionale in materia di interventi assistiti con gli animali, con la collaborazione e il patrocinio del Centro di Referenza Nazionale sulle Terapie e Attività Assistite con gli Animali e l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie.

LEGGI ANCHE: Stati Generali della Lessinia: servizi e politiche sociali per contrastare il calo demografico