Allerta caldo nei prossimi giorni, punte fino a 38 gradi

Prevista per i prossimi giorni una forte ondata di caldo africano che può rappresentare un rischio per la salute, in particolare per i soggetti più deboli.

Colonnina di mercurio in salita anche nei prossimi giorni, con le temperature massime percepite che giovedì nelle ore di punta arriveranno a 38 gradi. Il bollettino della Protezione civile diramato in queste ore prevede infatti due giornate di pre allerta gialla oggi e domani, con temperature alle 14 comprese tra i 32 e 33 gradi (percepite fino a 36 centigradi). Giovedì sarà invece giornata di allerta arancione, con i termometri che raggiungeranno i 35 gradi facendone percepire ai cittadini 38. Molto alte anche le temperature minime che già alle 8 di domani e dopodomani supereranno abbondantemente i 20 gradi. Un’ondata di caldo africano che può rappresentare un rischio per la salute, in particolare per i soggetti più deboli.

Dopo un mese di luglio con temperature in linea con la media (o un po’ sopra nei valori minimi) e un inizio di agosto con temperature nella media o un po’ inferiori, la seconda settimana di questo mese sarà dunque caratterizzata da un aumento delle temperature che si porteranno sopra la media in modo anche significativo.

La situazione meteorologica sarà infatti caratterizzata dalla persistenza e dall’espansione verso nord di un promontorio anticiclonico in quota già presente sul Mediterraneo centro-occidentale, che sta già portando temperature elevate sull’Italia centro-meridionale.

Anche in montagna si farà sentire questo caldo anomalo, soprattutto verso il fine settimana, con caldo afoso nelle valli e quota dello zero termico (ossia quota al di sopra della quale le temperature restano inferiori a zero gradi) che si porterà intorno a 4300-4500 metri.

Si tratterebbe dalla prima vera ondata di calore di quest’estate, poiché in giugno e luglio ci sono stati sì dei brevi periodi con disagio fisico intenso ma non sono durati più di due giorni.

L’evoluzione per l’inizio della prossima settimana è al momento ancora molto incerta: alcuni scenari indicano il persistere dell’ondata di calore, altri invece indicano il passaggio di una perturbazione tra domenica sera e lunedì che porterà, oltre alle piogge, anche un calo delle temperature.

L’intervento della Protezione Civile

Il Comune è allertato con la Protezione civile e con i Servizi sociali pronti a intervenire laddove ce ne fosse bisogno.

La Protezione civile sta inviando il bollettino emesso quotidianamente dal Ministero della Salute a tutti gli organi comunali competenti e a tutte le farmacie presenti sul territorio, affinchè sensibilizzino i cittadini sulla situazione meteorologica in corso e sulle precauzioni da adottare.

caldo anziani coldiretti

Ciò grazie alla campagna “Ondata di calore” che la Protezione civile avvia nel periodo estivo, da giugno a settembre, per essere preparati a gestire eventuali situazioni di rischio.

Prosegue anche la diffusione dello speciale vademecum predisposto ad inizio estate dal Dipartimento di Epidemiologia SSR – ASL RM 1, Sistema Nazionale di Previsione\Allarme per ondate di calore del Ministero della Salute, con le indicazioni di ‘Come proteggersi dal caldo durante l’epidemia’.

Nello specifico, sono indicati i comportamenti da tenere in casa e fuori, con una particolare attenzione ai soggetti più vulnerabili. Nella scheda, oltre ad una spiegazione di come riconoscere i sintomi del Covid-19, vengono anche descritte le patologie associate al caldo e le loro ripercussioni sul nostro organismo.

Il Comune di Verona

A tutela della popolazione più anziana il Comune, anche quest’anno, ha provveduto alla distribuzione dell’opuscolo cartaceo “Estate anziani 2021”, giunto alla diciottesima edizione.

Il vademecum viene predisposto per dare un supporto ai cittadini non più giovanissimi che si trovano a trascorrere in città buona parte dei mesi estivi. Uno strumento ad hoc, che contiene informazioni, numeri di emergenza, indirizzi, utili per l’emergenze e per la gestione quotidiana della giornata.
Sempre attivo, con servizio di ascolto H24, il numero verde ‘Famiglia sicura’ 800535535.

Dallo scorso anno, inoltre, è stato avviato il progetto “Lo so che non sono solo”, a servizio degli anziani veronesi con più di 80 anni e che vivono da soli. Cittadini che normalmente non vengono seguiti dai Servizi sociali ma che, soprattutto d’estate, rischiano di soffrire di solitudine e di non riuscire a risolvere piccoli o grandi problemi. I cittadini che desiderano aderire all’iniziativa o avere maggiori informazioni, possono farlo telefonando al numero verde gratuito dello Sportello Sì del Comune di Verona (800085570) o chiamando le segreterie dei Centri Sociali Territoriali.

Infine, a disposizione della cittadinanza anche la Centrale operativa della Polizia locale, con servizio H24 al numero 045 8078828.

«In occasione di ondate di calore come quella di questi giorni, la macchina operativa del Comune è pronta ad intervenire – spiega l’assessore alla Protezione civile Marco Padovani –. La Protezione civile ogni giorno invia il bollettino anche a tutte le farmacie comunali, alle quali viene chiesto di sensibilizzare i cittadini sui rischi del caldo e soprattutto sull’importanza di seguire comportamenti corretti. Ma siamo pronti anche per situazioni di emergenza o per dare supporto nei luoghi più sensibili, come ad esempio i centri vaccinali. Inoltre, da parte del Comune, come ogni anno, sono state attivate, in particolare per i soggetti più fragili, misure specifiche di supporto. Tra queste, i progetti sociali “Estate anziani” e “Lo so che non sono solo”, per essere vicini alla popolazione più anziana, con servizi, interventi e informazioni utili, integrate da una serie di immagini e regole predisposte dall’Istituto Superiore di Sanità, importanti per proteggerci dal Covid».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv