Allarme obesità: in Veneto obesi il 10% degli adulti e il 7% dei bambini

VERONA – In Veneto il 42% degli adulti tra 18 e 69 anni è “troppo grasso”: di questi il 32% è in sovrappeso e il 10% è obeso. In numeri assoluti, si tratta di un milione di persone in sovrappeso e 340 mila obese. E’ obeso anche il 7% dei bambini ed il 21% è in sovrappeso.

«Diffondiamo oggi questi dati» sottolinea l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto «per sensibilizzare tutti i nostri cittadini in occasione della giornata mondiale contro l’obesità. Come testimoniano le statistiche, si tratta di un fenomeno diffuso e preoccupante, perché dall’obesità, sia infantile che adulta, derivano importanti patologie, molte delle quali di notevole gravità come ipertensione, infarto, ictus, diabete e, più in generale, un regime di vita pieno di difficoltà e ostacoli. Il tutto lo stiamo affrontando con rilevanti azioni di prevenzione e di promozione di sani stili di vita, a cominciare dal programma ‘guadagnare salute – rendere facili le scelte salutari’ e dal piano regionale della prevenzione 2010-2012, che comprende numerosi interventi per affrontare il problema dell’eccesso ponderale. E’ particolarmente importante insistere» aggiunge l’assessore «anche perché il problema numero uno è che molte persone in sovrappeso non hanno una giusta percezione del loro peso e sono quindi poco inclini a modificare il loro stile di vita per rimettersi in forma».

In Italia l’eccesso di peso risulta essere maggiore nelle regioni meridionali, ma anche nel Veneto il fenomeno è significativo. L’eccesso di peso è una condizione frequente, che aumenta con l’età e interessa di più gli uomini delle donne. Tra i bambini, l’eccesso ponderale risulta associato all’indice di massa corporea dei genitori. Quando almeno uno dei due è in sovrappeso, il 24% dei bambini lo è a sua volta e il 7% è obeso. Quando uno dei genitori è obeso, la percentuale di bambini in sovrappeso sale al 27% e di quelli obesi al 18%.

Curiosa la percezione che ognuno ha del proprio peso: tra le persone in sovrappeso, ad esempio, il 42% è convinta di pesare “più o meno il giusto”. Anche la percezione delle madri sulle stato nutrizionale dei figli risulta distorta: il 39% delle madri di bimbi in sovrappeso e l’8% con figli obesi pensa che il loro figlio sia normopeso o addirittura sottopeso.

La principale causa del sovrappeso o dell’obesità è il “combinato disposto” tra alimentazione scorretta e sedentarietà. Ad esempio, solo il 13% dei veneti consuma le cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura consigliate. I bambini consumano troppe bevande gassate o zuccherate: solo la metà di loro consuma la quantità consigliata, cioè meno di una volta al giorno. Il 20% assume queste bevande “più volte al giorno”.

In allegato il rapporto “Sovrappeso e obesità in Veneto”, i dati dei sistemi di sorveglianza PASSI 2011 e OKKIO 2010.

La Redazione