All’Anpi ci sarà un’assemblea pubblica sulla figura di Jan Palach

Sede Anpi Verona assemblea

Dopo il “no” del Teatro Stimate, il discusso evento organizzato dall’associazione Nomos in memoria di Jan Palach sarà a Lazise, ma a Verona non mancheranno altri incontri in sua memoria. Oltre alla serata organizzata dal Movimento Nonviolento per oggi venerdì 18 gennaio, nella sede dell’Anpi si terrà sabato un’assemblea pubblica sulla figura di Palach.

L’assemblea sarà domani, sabato 19 gennaio, dalle 20 nella sede di Anpi Verona di via Cantarane 26. Insieme all’Anpi figurano come organizzatori i gruppi studenteschi “Rete degli studenti medi“, “Studenti per – Accademia di Belle Arti Verona” e “Udu Verona – Unione degli universitari“.

“Una delle caratteristiche del fascismo è la capacità di sputare sulla storia e sulla memoria” scrivono gli organizzatori su Facebook per spiegare le motivazioni dell’evento. “Un’altra è quella di avere la complicità colpevole di alcune istituzioni, che gli permettono di strisciare nelle nostre vite. Ecco cosa sta accadendo a Verona: con il plauso e il patrocinio di Provincia e Comune, un gruppo nazifascista sta organizzando un concerto nazirock in memoria di Jan Palach, insultando la sua memoria e la sua morte nel nome del socialismo, della libertà, della democrazia”.

“Jan Palach a 21 anni ha scelto di darsi fuoco in Piazza San Venceslao, lasciando una lettera in cui chiedeva l’abolizione della censura e auspicava uno sciopero ‘generale e illimitato’ del popolo cecoslovacco contro la dominazione sovietica. Per questo, contro i fascismi veronesi di Provincia, Comune e gruppi organizzati rispondiamo con la cultura“.

“Con un breve contributo dei ragazzi del Consiglio degli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Carlo IV di Praga, ricorderemo Jan Palach per chi è realmente stato: non un martire dell’estrema destra, ma uno studente come noi, affamato di libertà e giustizia” concludono gli organizzatori.