Alla Gran Guardia convegno sull'Alzheimer

Si terrà sabato 28 gennaio, dalle 9 alle 13, all’auditorium della Gran Guardia il convegno “Aiuto Alzheimer: le terapie non farmacologiche” promosso dall’associazione Alzheimer Italia in collaborazione con Comune, Provincia e Banca Popolare di Verona.

L’evento è stato presentato ieri a Palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Stefano Bertacco insieme al presidente dell’associazione Alzheimer Italia Maria Grazia Ferrari. Presenti il vicepresidente dell’associazione Alzheimer Italia Silvano Pedron, il direttore del Centro di Ricerca in Riabilitazione Neuromotoria e Cognitiva di Verona Nicola Smania, il direttore del dipartimento di Musicoterapia del Conservatorio Romildo Grion e Mario Guidorizzi, regista del film “Tu che m’hai preso il cuor”, che sarà proiettato durante l’incontro.

«Il convegno, rivolto in particolar modo alle famiglie dei malati» spiega l’assessore Bertacco «punta ad accrescere le relazioni tra comunità medico-scientica e le associazioni di pazienti-cittadini, per favorire la domiciliarità offrendo soluzioni pratiche nella gestione delle criticità quotidiane, con il coinvolgimento di figure professionali quali psicologi, assistenti sociali, educatori, volontari ed operatori del settore».

Durante il convegno saranno presentate le diverse tecniche di riabilitazione, riguardanti l’ambito motorio e cognitivo, applicate al Centro Regionale di Invecchiamento Cerebrale di Vicenza e al Centro di Ricerca in Riabilitazione Neuromotoria e Cognitiva dell’Università degli Studi di Verona.

Nell’introduzione all’argomento della musicoterapica, la cantante Grazia De Marchi, accompagnata da Giannantonio Mutto e Dario Righetti, proporrà un intermezzo musicale dedicato alle “Canzoni della nostra memoria”.

<underline><link=’http://admin.comune.verona.it/media/_Ufficio_Stampa/Allegati/pieghevole_28_gennaio_2012.jpg’ class=’_blank’>Qui il programma dell’evento</link></underline>.

La redazione