Alcol tra minorenni, feste e locali aperti fino a tardi: Garda emana tre ordinanze

Il sindaco di Garda, Davide Bendinelli, ha emanato due ordinanze di chiusura anticipata nei confronti dei locali e una terza di diffida dall’organizzazione di feste ed eventi. Intensificati inoltre i controlli sul territorio, in merito alla presenza sempre più numerosa di minori, spesso ubriachi, che si danno appuntamento in varie spiagge del comune attraverso i social.

rissa spiaggia peschiera ordinanze garda
La rissa in spiaggia avvenuta lo scorso 2 giugno a Peschiera del Garda. Foto dalla pagina FB Radio Onda d'Urto

Alcol tra minorenni, feste e locali aperti fino a tardi: Garda emana tre ordinanze

Gruppi di minorenni con zaini carichi di alcolici che si danno appuntamento sulle spiagge di Garda, locali che non rispettano gli orari di chiusura, che servono alcolici quando non dovrebbero, che contribuiscono a creare un clima di allarme e insicurezza tra turisti e residenti.

È questa la situazione che descrive il sindaco Davide Bendinelli e che ha portato, negli ultimi giorni, all’emanazione di tre ordinanze nei confronti di altrettanti locali. Due di chiusura anticipata (nei confronti di locali che ora saranno chiamati a tirare giù le serrande a mezzanotte e all’una), e una terza di diffida dall’organizzazione di feste ed eventi.

«La sicurezza per i nostri concittadini e per i turisti che vengono a Garda rappresenta, per tutti noi, una priorità assoluta – spiega Bendinelli -. Tutti hanno il diritto di divertirsi, ma nessuno deve superare il limite di tolleranza dettato dalle leggi e dal buon senso. Saremo inflessibili nei confronti di quei gestori di locali e pubblici esercizi che non ci aiutano a garantire il mantenimento dell’ordine pubblico e il rispetto della quiete pubblica».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Bendinelli sottolinea poi il profilo della responsabilità. «La responsabilità di quello che succede all’interno di un locale è del gestore. È lui che deve scegliere il tipo di clientela che vuole nel suo bar, assumendosene la responsabilità. Se i clienti di un locale provocano regolarmente risse e tafferugli con danni alle persone, quel locale deve essere chiuso».

E quello dei locali non è il solo aspetto che preoccupa il Comune: c’è un altro fenomeno, infatti, i cui contorni si stanno espandendo. Si tratta di ragazzi, minorenni, che si danno appuntamento di volta in volta in posti diversi, gli zaini carichi di alcolici e l’obiettivo di creare disturbo, spesso in modo violento.

Davide Bendinelli
Davide Bendinelli. Dal sito del comune di Garda

«La settimana scorsa – prosegue infatti Bendinelli – due ragazzi minorenni sono andati in coma etilico, li abbiamo fatti portare via con l’ambulanza. C’è poi il problema della droga che gira. Non è una cosa che possiamo accettare, come Comune ma soprattutto come società. Se le famiglie sono assenti o sottovalutano il problema, noi come istituzioni abbiamo il dovere di fare qualsiasi cosa sia in nostro potere».

Nelle ultime ore, dunque, in collaborazione con i Carabinieri della Stazione di Bardolino, sono stati intensificati i controlli. Anche di agenti in borghese, sulle spiagge, chiamati a controllare questi gruppi di minori e ad assicurarsi che non ci sia qualche gestore che venda loro illegittimamente bevande alcoliche.

«Dobbiamo tenere sotto controllo il fenomeno – chiarisce ancora Bendinelli -. Questi ragazzini si organizzano sui social e il rischio è che così facendo il numero dei partecipanti cresca a dismisura diventando così ingestibile. Dobbiamo intervenire adesso che siamo ancora in tempo».

E infine, in una stagione iniziata benissimo per quello che riguarda l’afflusso di turisti nel paese gardesano, un’ultima sottolineatura del sindaco.

«È vero che si lavora per guadagnare, ma chi pensa di farlo compromettendo l’ordine pubblico e la quiete pubblica a discapito della stragrande maggioranza dei cittadini e turisti che rispettano le leggi e la civile convivenza, ha sbagliato strada. Garda non può essere il luogo adatto per quel tipo di locale e nemmeno per quel tipo di gestore. Garda è sempre stato un paese tranquillo e deve continuare ad esserlo. Non possiamo permettere che girare di notte diventi un problema di sicurezza».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM