Alberghi e locazioni turistiche, decine di controlli nei primi mesi del 2023

La polizia locale di Verona ha divulgato i dati relativi ai controlli effettuati nel primo trimestre del 2023 per quanto riguarda alberghi, locazioni turistiche e affini. Decine le strutture attenzionate, 40 le violazioni riscontrate

polizia locale prestanome auto incidenti verona
Foto d'archivio.

La Polizia Locale fornisce i dati sui primi tre mesi di attività di controllo sulle attività alberghiere ed extralberghiere e sulle strutture non classificate come le locazioni turistiche.

Partendo dagli alberghi, ne sono stati controllati 5, senza riscontrare violazioni delle norme anche in materia di sicurezza, e sono risultate regolarmente gestite, pertanto non sono state accertate violazioni alla normativa vigente sia nazionale che regionale.

La gran parte delle strutture ricettive complementari è stata controllata a seguito di segnalazioni pervenute, i controlli di iniziativa sono stati eseguiti estendendo il controllo alle strutture ubicate nello stesso stabile di quelle segnalate.

Nell’anno 2023 sono state verificate soprattutto strutture ricettive complementari perché sono pervenute segnalazioni riguardanti questa tipologia di struttura, da inquilini di immobili che segnalano anomalie nella conduzione e problemi di accessi o rumore da parte dei turisti. In sei casi, le segnalazioni riguardavano anche feste all’interno di locazioni turistiche per le quali sono stati redatti verbali per violazione delle norme sul regolamento dei rumori.

Dal 01.01.2023 al 25.03.2023 sono state controllate 36 strutture ricettive, di cui 19 Locazioni Turistiche, 5 Bed & Breakfast, 11 Alloggi Turistici e 1 presunta struttura, poi risultata completamente abusiva.
Nel corso dei controlli sono state accertate n. 40 violazioni amministrative, precisamente:
– n. 14 violazioni per omessa esposizione del codice identificativo attribuito dalla Regione Veneto alla locazione turistica;
– n. 11 violazioni per omessa pubblicazione sui siti internet di prenotazione del codice identificativo attribuito dalla Regione Veneto alla locazione turistica;
– n. 3 violazioni per omessa esposizione del segno distintivo della classificazione;
– n. 1 violazione perchè la struttura ricettiva pubblicizzava in modo ingannevole o difforme dall’assentito;
– n. 7 violazioni per omessa esposizione materiale informativo su applicazione imposta di soggiorno;
– n. 4 violazioni al codice della strada per esposizione di mezzo pubblicitario non autorizzato su area privata visibile dalla pubblica.