Al via l’organizzazione dei Campionati nazionali di sci della protezione civile

Oggi l’assessore alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin, si è recato in sopralluogo a Comelico Superiore e Auronzo per valutare le piste su cui si svolgeranno i campionati e pianificare le gare.

«Ancora lo scorso anno, appena c’è stata offerta l’opportunità di organizzare in Veneto i campionati nazionali 2020 di sci della protezione civile, abbiamo scelto da subito come sede Padola in abbinata con Auronzo, ben sapendo la strategicità che tale proposta avrebbe rappresentato per il territorio anche nel rafforzare la progettualità del collegamento con la Pusteria». Così l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, in occasione di un sopralluogo con i sindaci di Comelico Superiore e di Auronzo per valutare le piste in cui si svolgeranno i campionati in programma all’inizio del prossimo anno.

«Oggi abbiamo fatto il punto sull’organizzazione dei campionati – specifica l’assessore – e speriamo che si chiuda velocemente anche l’iter burocratico del collegamento». Dopo una riunione in comune a Candide, dove si è iniziata a pianificare la logistica della settimana di gare e a identificare le location che ospiteranno anche le cerimonie di apertura e chiusura e gli eventi collaterali, si è svolto un primo sopralluogo alle piste di Padola e successivamente a quelle di Auronzo e Misurina per valutare dove svolgere le varie prove sia di sci alpino che di fondo e pianificare l’eventuale inserimento nel programma anche di una prova di alpinismo.

«Contiamo di portare almeno un migliaio di persone da tutta Italia per questi campionati – conclude l’assessore – che certamente possono rappresentare un ottimo indotto anche per il turismo locale e siamo perciò determinati nel voler organizzare al meglio la manifestazione, affinché chi conoscerà per la prima volte queste splendide valli possa decidere di ritornarci anche in futuro».