Al via a Verona “In farmacia per i bambini”, la settimana solidale

"In farmacia per i bambini", al via oggi la settimana solidale per la raccolta di prodotti per l'infanzia, organizzata da Fondazione Rava-NPH Italia in collaborazione con Comune di Verona, Federfarma e Ordine dei Farmacisti.

Solidarietà: inizia “In farmacia per i bambini”

Ha preso il via oggi la settimana di solidarietà “In Farmacia per i bambini“, organizzata da Fondazione Rava-NPH Italia in collaborazione con Comune di Verona, Federfarma e Ordine dei Farmacisti.

Per sette giorni in tutte le 111 farmacie scaligere, sarà possibile acquistare prodotti per l’infanzia e donarli alle associazioni che assistono le famiglie in difficoltà. Volontari e farmacisti saranno a disposizione dei veronesi per consigliarli all’acquisto utile, in base alle possibilità di ciascuno. Bastano, infatti, pochi euro per comprare farmaci pediatrici da banco, prodotti baby care, alimenti per l’infanzia e partecipare così alla maratona solidale. Nella scorsa edizione la solidarietà veronese ha raccolto 9 mila prodotti sanitari per l’infanzia.

L’edizione 2021 dell’iniziativa vede il ritorno dei volontari. Gli studenti dell’Istituto Seghetti di Verona, i farmacisti volontari in Protezione civile, Rotary club Verona, Rotaract e Lions Re Teodorico accoglieranno i cittadini in farmacia illustrando le finalità della raccolta socio sanitaria alla quale si può partecipare anche con pochi euro. Quest’anno si registra, inoltre, il primo esempio di volontariato aziendale con la partecipazione dei dipendenti dell’azienda scaligera Th.Khol che nella mattinata di sabato 20 novembre, Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia, si recheranno in alcune farmacie veronesi per supportare la raccolta.

L’intervista alla presidente di Federfarma Verona Elena Vecchioni a Verona Economia, su Tele Radio Adige

La rete del dono

Tutti i prodotti raccolti andranno a ben 18 realtà di città e provincia, tra cui 8 Centri Aiuto Vita (sedi di Verona, Caldiero, Nogara, Legnago, Villafranca, San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto, Cologna Veneta), l’associazione Il Castello dei Sorrisi onlus (Castel D’Azzano), A tutto tondo onlus (Grezzana), Istituto Don Calabria di Verona, la Società San Vincenzo De’ Paoli di Verona, Casa Famiglia Santa Chiara facente parte della rete delle comunità Papa Giovanni XXIII (Roncà), Centro per la Famiglia “La Rete” (piccole suore della Sacra Famiglia) di Cerea, ABEO Associazione Bambino emopatico oncologico, Associazione Spazio Aperto, Casa Betania (Salizzole), Filo Continuo (Pescantina).

Verona è la terza città italiana per partecipazione delle farmacie immediatamente dopo Torino con Milano in testa.
Il Veneto che si trova al secondo posto dopo la Lombardia, conta 267 farmacie partecipanti (elenco su www.nph-italia.org) cui sono abbinati 71 enti socio assistenziali. A livello nazionale sono 2.100 le farmacie partecipanti abbinate a 750 enti socio assistenziali.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Questa mattina la presentazione in Comune di “In farmacia per i bambini”

L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal sindaco Federico Sboarina, Elena Vecchioni presidente di Federfarma Verona, Emanuela Ambreck coordinatrice del progetto “In Farmacia per i bambini” della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus in video collegamento da Milano, Gianmarco Padovani presidente della quinta Commissione politiche sociali del Comune e vicepresidente di Federfarma Verona, Federico Realdon presidente dell’Ordine dei farmacisti di Verona e della Consulta regionale, Paolo Pomari presidente dell’Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona, Pierfrancesco Verlato in rappresentanza dell’azienda Th.kohl.

In farmacia per i bambini

«Questa raccolta a Verona ha sempre dato risultati significativi – ha detto il sindaco Sboarina -, Le dimostrazioni di generosità e sensibilità dei veronesi sono sempre un grande orgoglio, sono certo che anche quest’anno la risposta sarà importante. L’emergenza Covid ha visto le nostre farmacie impegnate in prima linea, a fianco alle altre Istituzioni per dare una risposta concreta e immediata ai cittadini, un’alleanza fortissima che prosegue. Il tutto per intercettare i bisogni della nostra città e aiutare concretamente chi ha realmente bisogno ed è in difficoltà».

«È una costante crescita partecipativa quella delle farmacie veronesi che si mobilitano per aiutare i bambini in stato di bisogno della nostra provincia – spiega Vecchioni -. Anche quest’anno la raccolta si prolungherà per più giorni al fine di evitare assembramenti e offrire la possibilità di donazione a quanti più cittadini sensibili. La novità 2021 riguarda il volontariato aziendale con la messa a disposizione dei dipendenti di una impresa scaligera a fianco di tutti gli altri “storici” volontari che finalmente, dopo l’emergenziale edizione del 2020, ritornano nelle farmacie con il loro prezioso contributo».

«Quando siamo partiti nel 2013, le farmacie coinvolte a livello nazionale erano 330, oggi superiamo abbondantemente le due mila- ha detto Ambreck collegata da Milano -. Così come gli enti assistenziali a cui verranno distribuiti i prodotti raccolti sono passati da 80 a più di 800. Uno degli obiettivi dell’iniziativa era proprio quello di creare una rete su tutto il territorio nazionale, i numeri ci dicono che ci siamo riusciti. E Verona, con le sue farmacie e istituzioni ha contribuito molto».

«Un’iniziativa che dà sicuramente lustro alla nostra categoria – ha detto il presidente Realdon -, e che a Verona è contraddistinta da un numero considerevole di farmacie e farmacisti aderenti. Siamo orgogliosi di aiutare il progetto di Fondazione Rava, aprendo le porte alla solidarietà».

«La sanità e la medicina territoriale sono state fortemente piegate dalla pandemia, ma non sconfitte – ha aggiunto Padovani -. Uno dei motivi per i quali hanno risposto fortemente, è stato grazie all’operato della categoria dei farmacisti, che si è contraddistinta nei vari momenti consecutivi per prestare soccorso, aiuto e condivisione di intenti. Grazie a Fondazione Rava la solidarietà locale supera i confini nazionali e arriva in tutto il mondo, dove ci sono bambini bisognosi e persone deboli».

«Poter collaborare con questa iniziativa che trova nell’attenzione ai bambini il suo fulcro, è una grande gratificazione al nostro impegno nel volontariato» ha detto Pomari.

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 15 al 21 agosto

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM