Al parcheggio Centro c’è un nuovo defibrillatore

È un semiautomatico esterno DAE e sarà utile, se necessario, per salvare la vita di chi dovesse avere un arresto cardiaco

In caso di arresto cardiaco, ogni minuto che passa è vitale. Nel vero senso della parola. Passati i cinque minuti dall’arresto, le probabilità di salvare una vita si dimezzano. Per questo anche Amt ha voluto dotare il suo parcheggio Centro, che ogni anno vede transitare 2 milioni di persone, di un defibrillatore semi automatico esterno DAE.

La scatola si aggancia alla parete della biglietteria, e una volta che il defibrillatore viene estratto, parte un campanello d’allarme, così da disincentivare gli eventuali scherzi o atti di vandalismo. Inoltre, il modello installato è adatto a soccorrere i bambini, e può essere utilizzato da tutto il personale Amt, formato appositamente.

Con una chiave apposita, da inserire nel caso di intervento su un bambino, la scarica infatti si regola automaticamente.

La scatola che contiene il defibrillatore è collegata poi con la centrale operativa del 118.

Nelle prossime settimane sarà svolta la formazione al centro di formazione BLSDa Valpolicella Cuore (tra gli enti formativi autorizzati dal 118 Verona e centro accreditato dalla Regione Veneto), per istruire tutti i manutentori Amt e il personale addetto che presta servizio notturno al parcheggio Centro, per essere pronti ad agire.

Anche il parcheggio Centro diffonde così sul territorio la cultura della defibrillazione precoce.

 

Il servizio