Agsm, i primi 100 giorni del nuovo Cda

Tagli, razionalizzazioni ma anche investimenti. Questo è stato fatto da agosto 2017 ad oggi. Resta ancora in sospeso la questione della fusione con Aim Vicenza

 

Mentre si attende una risposta sulla fusione tra Agsm e Aim Vicenza, si tirano le somme di quelli che sono stati i primi 100 giorni dall’insediamento del nuovo consiglio di amministrazione nella municipalizzata veronese. Da Agosto 2017 è stata messa in atto una sorta di inversione di rotta, spiega Michele Croce, che ha previsto una razionalizzazione delle spese, con tagli sulle sponsorizzazioni per quasi il 60%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tre le parole chiave, che guideranno anche il 2018, razionalizzazione, trasparenza e investimenti.

Gli occhi di tutti però sono rivolti al matrimonio tra Agsm e Aim, unione che porterebbe alla nascita della quinta multiutility italiana con un fatturato da oltre 1 miliardo di euro. Fusione che il presidente Michele Croce dichiara di non voler commentare

 

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK