Aggressione ai tifosi della Clivense: gli ultras del Padova li scambiano per quelli del Venezia

Grave episodio in un’area di servizio del Bresciano, sei Daspo a ultras del Padova. All’origine dello scontro di domenica un fraintendimento: non erano tifosi del Venezia, ma della Clivense.

09.11.2023 - Volanti - Furto polizia di stato
Foto d'archivio
New call-to-action

Sei tifosi del Padova hanno ricevuto un Daspo dal Questore di Brescia per un’aggressione ai tifosi del Clivense avvenuta il 3 marzo, nel parcheggio di un autogrill nel Bresciano. Quattro di loro sono stati sanzionati con un Daspo di 10 anni, e due con uno di 3 anni.

Il grave episodio si è verificato durante la trasferta del Padova a Meda (Monza Brianza) per affrontare il Renate, quando alcuni ultras hanno deviato il loro autobus verso un’altra area di servizio, minacciando l’autista, e qui attaccando i tifosi veronesi con calci e pugni. La Clivense aveva affrontato in trasferta il Legnano.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

L’intervento della scorta tecnica e della polizia ha fermato le violenze. Gli indagati, tra cui figure notevoli della “Tribuna Fattori” dello stadio Euganeo e già noti per episodi simili, sono stati identificati grazie alle indagini delle Digos di Padova e Brescia.

Il motivo dell’aggressione sarebbe un fraintendimento: il Venezia quello stesso giorno aveva affrontato il Como, per cui gli ultras padovani credevano che si trattasse di rivali lagunari.

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono