Aggrediscono i finanzieri, arrestata coppia di parrucchieri a Verona

Nella giornata di mercoledì è stata arrestata una coppia di parrucchieri esercente nel quartiere di Borgo Roma, a Verona. Alla richiesta della Guardia di Finanza di controllare la corretta emissione degli scontrini fiscali, i due hanno infatti iniziato a inveire e colpire i militari.

Guardia di finanza droga arrestati parrucchieri arresti antimafia verona frode fiscale sequestro hashish Verona prodotti non a norma
Foto d'archivio

Aggrediscono i finanzieri, arrestata coppia di parrucchieri a Verona

I finanzieri del Comando Provinciale di Verona, nella mattinata di mercoledì hanno verificato i locali di un’attività di barbiere e parrucchiere. La ditta individuale era gestita da due coniugi di origini extracomunitarie nel quartiere Borgo Roma del capoluogo scaligero. Motivo del controllo era la regolare emissione degli scontrini fiscali.

Il titolare del negozio si è mostrato subito agitato, ma ha esibito ai finanzieri la documentazione richiesta. Al momento della redazione del verbale di constatazione, però, i coniugi hanno iniziato a inveire all’improvviso contro i militari, strattonandoli e spingendoli all’esterno del negozio. 

LEGGI LE ULTIME NEWS

I finanzieri, in borghese in ragione della tipologia del controllo, vedendo degenerare la situazione, hanno dunque richiesto il supporto dei colleghi “baschi verdi” del Gruppo di Verona. I due esercenti hanno però continuavano a urlare e minacciare i militari, fino a colpirli fisicamente. I baschi verdi hanno dunque immobilizzato e ammanettato l’uomo. Insieme alla moglie, l’uomo è stato condotto presso la caserma di via Mazza, sede del Gruppo della Guardia di Finanza. 

I soggetti sono stati dunque arrestati per violenza, minaccia, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’Autorità Giudiziaria competente ha inoltre disposto la detenzione domiciliare in attesa dell’udienza di convalida prevista con rito per direttissima, avvenuta nella mattinata di ieri. 

Il Giudice ha convalidato gli arresti nei confronti dei due. A seguito di patteggiamento per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, sono stati condannati alla pena di otto mesi di reclusione con sospensione condizionale della stessa. 

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv