Aggredisce i carabinieri e ammacca l’auto: arrestato

Ha aggredito i militari e ammaccato la loro auto un uomo di origini tunisine classe ’77 arrestato ieri al bar “Game” in via Polveriera Vecchia. L’uomo, che era in compagnia di una veronese pregiudicata trovata in possesso di 1,5 grammi di cocaina, ha infatti tentato di impedire il trasporto in caserma della donna. Stamane è stato convalidato l’arresto.

Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di mezzo militare un uomo di origini tunisine classe ’77 pregiudicato che, ieri sera, ha aggredito alcuni carabinieri in un bar.

I militari, infatti, erano entrati per un normale controllo nel bar “Game” in via Polveriera Vecchia identificando una coppia seduta formata dal tunisino e da una insegnante veronese classe ’81 e pregiudicata. La donna, trovata in possesso di 1,5 grammi di cocaina e di un bilancino di precisione, è stata invitata dai carabinieri a seguirli in caserma perchè denunciata in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. È stato allora che l’uomo insieme alla 37enne, forse sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, si è scagliato violentemente contro i militari dando il via ad una breve colluttazione terminata con la portiera posteriore dell’auto dei carabinieri ammaccata dal tunisino e il conseguente arresto dell’uomo.

Stamane, durante la direttissima, è stato convalidato l’arresto e richiesti i termini a difesa. Il processo è stato rinviato a novembre 2018: l’uomo ha ammesso quanto fatto, con l’impegno di ripagare entro quella data l’ammontare per il danno procurato al mezzo militare, del valore di 1712,54 euro.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.