AGEC-UIL FPL: definito il Contratto Decentrato dei dipendenti

UIL FPL annuncia la definizione del Contratto Decentrato dei dipendenti AGEC, dopo un mese di rapporti fitti e costanti.

Stefano Gottardi e Marco Bognin
Stefano Gottardi e Marco Bognin

UIL FPL Verona invia una nota in merito allo stato precario dei lavoratori AGEC. Il sindacato da tempo denuncia infatti una sostanziale inerzia dei vertici aziendali Agec nei confronti delle istanze sollevate dai lavoratori e oggi annuncia la definizione del Contratto Decentrato dei dipendenti.

«I lavoratori AGEC stanno pagando lo stallo conflittuale, per questo motivo abbiamo deciso di ascoltare la proposta di AGEC. Ci siamo convinti che forse c’era una via d’uscita, un’ancora di salvataggio per questi lavoratori, infatti la proposta è risultata una buona base di partenza e così abbiamo costruito insieme alla parte datoriale il contratto normativo e quello economico, creando finalmente quelle regole necessarie per l’attribuzione delle progressioni economiche orizzontali (PEO), per pagare indennità varie e specifiche responsabilità, aumentandole come importo se presenti o istituendole se mancanti, inoltre, fondamentale per il singolo lavoratore, ottenere un premio di produttività che potrà raggiungere in alcuni casi un importo del valore doppio di quello incassato lo scorso anno», così inizia la nota.

LEGGI LE ULTIME NEWS

UIL FPL procede: «Ci siamo riusciti con un mese di rapporti fitti e costanti, per restare nei tempi necessari e pagare il prima possibile le indennità ai lavoratori, un lavoro complesso perché mancavano completamente i dati storici relativi al contratto degli enti locali e il derivante contratto decentrato integrativo. Per la prima volta le risorse a disposizione saranno interamente pagate ai lavoratori senza creare residui, come ad esempio è successo gli anni scorsi, 90mila euro nel 2019 e 150 mila euro nel 2020 che sono ritornati nelle casse AGEC. Il contratto normativo è triennale, l’economico annuale così da poterlo migliorare dopo averne valutato gli effetti ogni anno».

«Apprezziamo l’impegno di Agec che ha aumentato la parte del Fondo destinata al Premio di Produttività di 115mila euro, oltre alla storica cifra di 262 mila euro, con il quale insieme al pagamento totale delle risorse messe a disposizione aumenterà notevolmente il reddito annuale di questi lavoratori, da troppi anni in balia di “accordi spot senza futuro”. Mentre con il nostro lavoro abbiamo creato un caposaldo, su cui sviluppare i prossimi accordi, “un futuro garantito” che genera un risultato immediato dal punto di vista normativo, ma anche economico, che segna concretamente il percorso per ottenere anche le progressioni economiche orizzontali nel rispetto del dettato normativo», conclude il sindacato.

Lo sciopero dell’11 gennaio scorso

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK