Abruzzo: Marsilio eletto presidente con il 48,03% dei voti

Abruzzo elezioni Marco Marsilio
Il vicepremier Matteo Salvini, la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, Marco Marsilio, il candidato alla presidenza della Regione Abruzzo alle prossime regionali del 10 febbraio, e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, a Pescara, 7 febbraio 2019. ANSA/CLAUDIO LATTANZIO

È arrivata la conferma, Marco Marsilio sarà il nuovo presidente della Regione Abruzzo. Legnini (centrosinistra) al 31,28%. Lega primo partito con 27,54%, M5s 19,7%.

Marco Marsilio, senatore di Fratelli d’Italia, è il nuovo presidente della Regione Abruzzo, eletto con 299.949 preferenze, il 48,03% dei voti, in base allo scrutinio di tutte le 1633 sezioni presidente. Segue Giovanni Legnini, centrosinistra, al 31,28%, poi Sara Marcozzi (M5S) con il 20,20%; il candidato di Casapound Stefano Flajani con lo 0,47% dei voti.

Quando mancano una decina di sezioni da scrutinare, la Lega si conferma il partito più votato, con il 27,54% (164.086 voti). All’interno della coalizione di centrodestra, segue Forza Italia al 9,07% (53.971), Fratelli d’Italia al 6,44% (38.349), Azione politica 3,25% (19.396) e Udc 2,88% (17.138). La lista del Movimento Cinque Stelle, che corre da solo, è al 19,7% (117.386). Nella coalizione di centrosinistra, il Pd 11,13% (66.194), seguito dalla lista Legnini Presidente al 5,56% e altre. Casapound Italia, che corre da sola, è allo 0,42% (2539). L’affluenza di voto, del 53,11%, è stata in calo di oltre l’8% rispetto alla precedente tornata elettorale (61,55%).

(ANSA)