A Vestenanova «pochi contagi, ma eravamo pronti»

«Abbiamo avuto un contatto marginale con questa pandemia, ma ci eravamo comunque organizzati attivando il Centro operativo comunale con la Protezione Civile» spiega il vicesindaco di Vestenanova Sergio Tomiozzo.

«Siamo stati particolarmente fortunati, uno degli ultimi paesi a rilevare un contagio» afferma il vicesindaco di Vestenanova Sergio Tomiozzo. «In totale sono stati due contagi. Abbiamo avuto un contatto marginale con questa pandemia, ma ci eravamo comunque organizzati attivando il Centro operativo comunale con la Protezione Civile».

«Alcune attività ne hanno risentito, per questo abbiamo attivato aiuti alle famiglie, sospeso le rette per mense e trasporti a scuola. Grazie ai nostri impiegati comunali, che hanno cercato tutti i contributi possibili».

Il Comune di Vestenanova

«Vestenanova è un piccolo paese di collina, siamo a 500 metri di altitudine nel nord est della provincia di Verona, al confine con quella di Vicenza. Siamo circa 2600 abitanti, con attività agricole e artigianali. Un’attrattiva particolare è il museo dei fossili di Bolca» spiega il vicesindaco di Vestenanova Sergio Tomiozzo.