A Verona uno dei tre corsi specialistici nazionali dedicati a Dante

I 30 docenti, selezionati in tutta Italia per competenze e merito attraverso un bando ministeriale, fino al 28 agosto si incontreranno al Polo Zanotto per partecipare a lezioni e laboratori.

Parte oggi, mercoledì 25 agosto, la nuova scuola estiva “Dante per la scuola. Percorsi di innovazione didattica”. Una quattro giorni di formazione specialistica sulla figura di Dante, dedicata agli insegnanti delle scuole superiori. I 30 docenti, selezionati in tutta Italia per competenze e merito attraverso un bando ministeriale, fino al 28 agosto si incontreranno al Polo Zanotto per partecipare a lezioni e laboratori.

L’obiettivo è quello di valorizzare negli insegnanti una rinnovata cultura dantesca, proponendo le ultime evidenze scientifiche e le più recenti pubblicazioni sulle opere e la vita del Sommo Poeta.

Saranno proposte attività formative suddivise in tre macro aree di approfondimento scientifico e didattico: Dante e le culture classiche; Dante e le culture del suo tempo; Dante e le culture del contemporaneo. Gli incontri saranno tenuti da studiosi di diversi ambiti disciplinari (letterario, storico, artistico, filosofico, scientifico).

Verona consolida così il suo legame con Dante Alighieri e si conferma protagonista delle iniziative promosse nel Settecentesimo anniversario dalla sua morte. Il Ministero dell’Istruzione ha, infatti, nominato la città scaligera capofila, per il Nord Italia, della nuova scuola estiva “Dante per la scuola. Percorsi di innovazione didattica”. Selezionate, con Verona, anche Siena per il Centro e Napoli per il Sud, in cui si sono già concluse le altre scuole estive organizzate, rispettivamente, dall’Università di Siena e dalla Federico II di Napoli.

L’evento è stato presentato ieri mattina dall’assessore alla Cultura Francesca Briani. Presenti la delegata del rettore al Public Engagement Olivia Guaraldo, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Verona Sebastian Amelio e il Coordinatore scientifico Summer School “Dante per la scuola. Percorsi di Innovazione didattica” Paolo Pellegrini.

«Abbiamo fortemente voluto farci promotori ed essere direttamente coinvolti in questo interessante progetto – sottolinea l’assessore Briani – collaborando da subito attivamente con il Comitato Nazionale per le Celebrazioni dantesche. Per questo la città di Verona è stata ritenuta sede ideale per il Nord Italia. Un’eccezionale opportunità culturale, promossa in tutta Italia in sole altre due città, Siena per il Centro e Napoli per il Sud. Un corso di formazione specialistico, che offre una comprensione più profonda della figura e delle opere di Dante al corpo insegnante e di conseguenza ai loro studenti. Ancora una volta Verona gioca un ruolo di primo piano nelle vicende dantesche. Un grande lustro per tutte le istituzioni pubbliche e private coinvolte nell’ampio ed articolato programma veronese per le celebrazioni di questo anno speciale».

«L’Ateneo veronese è orgoglioso di accogliere questa importante iniziativa, per cui è stato selezionato insieme a sole altre due Università in tutta Italia – spiega Guaraldo –. Un successo frutto della costante collaborazione sostenuta con il Comune di Verona, con il quale abbiamo proposto e realizzato tante delle iniziative che compongono il programma celebrativo di questo speciale anno dantesco».

«Una iniziativa – precisa Amelio – che conferma il ruolo di protagonista della città di Verona nelle celebrazioni nazionali dedicate al Sommo Poeta. La nuova scuola estiva produce una grande opportunità, per elaborare proposte didattiche culturali innovative da trasmettere poi a tutte le istituzioni scolastiche».

«Una scuola estiva specialistica – conclude Pellegrini – da cui far nascere nuovi punti di osservazioni e una rinnovata cultura dantesca. Le proposte didattiche che scaturiranno al termine potranno, poi, essere disseminate nelle scuole di provenienza dei partecipanti fornendo al corpo studentesco occasioni di innovativo aggiornamento sul tema».

Programma

Sarà Luca Serianni, docente dell’università degli studi di Roma La Sapienza e accademico dei Lincei, a tenere la prima lezione in programma mercoledì 25, alle 16, nell’aula T1 del polo Zanotto, “Il paradiso nella scuola di oggi”. Tra i nomi di spicco anche quello di Claudio Giunta, docente dell’università di Trento che il 26 agosto, alle 9, nella stessa sede, interverrà su “Dante lirico. Cosa leggere (e come)”.

Sarà, poi, Massimo Cacciari a chiudere le sessioni con l’intervento “Servitù e libertà. Cosa significano?” sabato 28, alle 10.30, nell’aula T1.

A condurre i laboratori didattici saranno, invece, esperti nelle attività di progettazione didattica. Per questo il Comitato scientifico, coordinato da Paolo Pellegrini, docente di Filologia della letteratura italiana dell’università di Verona, è composto non solo da universitari dell’ateneo scaligero e dell’università Cattolica di Milano, partner scientifico della scuola estiva, ma anche da insegnanti di istituti superiori tra cui i licei veronesi Maffei e Messedaglia.

A comporre il fitto programma della Scuola estiva anche visite guidate a istituzioni, musei civici, biblioteche e siti di interesse dantesco. Tra questi, è in programma venerdì 27 agosto, alle 10, una visita alla mostra “Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona” allestita alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti. L’esposizione costituisce uno dei fulcri dell’articolata mostra diffusa e appositamente ideata per le celebrazioni del 2021, che prevede il duplice omaggio al Poeta e alla città di Verona.
A guidare i partecipanti sarà Tiziana Franco tra le curatrici dell’esposizione e docente dell’ateneo scaligero.

Negli stessi giorni, infine, in cui Verona ospita la nuova Scuola estiva per la formazione degli insegnanti, l’Ateneo, l’Università Cattolica di Milano e il Centro dantesco dei frati minori di Ravenna propongono la XV edizione della Scuola estiva internazionale in Studi danteschi. Un’edizione tutta online che fino al 28 agosto darà modo a studiosi e appassionati di tutto il mondo di scoprire più da vicino la figura dell’Alighieri, le sue opere, il suo pensiero, la sua fortuna, propone contenuti multidisciplinari e un metodo critico di approccio a significati e a valori sempre nuovi.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM