A Verona un 25 aprile di memoria (con Andrea Pennacchi)

Domani, 25 aprile 2023, sarà la prima Festa della Liberazione della giunta Tommasi a Verona. Già iniziate le celebrazioni, e domani è atteso anche un monologo di Andrea Pennacchi.

25 aprile Festa Liberazione Verona
La celebrazione a Porta Vescovo per i ferrovieri caduti durante la Liberazione, 20 aprile 2023

Le celebrazioni del 25 aprile a Verona hanno preso il via il 20 aprile a Porta Vescovo, con la deposizione di una corona d’alloro alla targa in ricordo dei ferrovieri caduti durante la resistenza per la Liberazione. Il Comune ha preparato un ampio programma.

Ha annunciato la sua presenza anche il Sottosegretario alla Cultura Gianmarco Mazzi: «Il 25 aprile è la giornata che celebra la libertà e la democrazia in Italia» dichiara l’onorevole Mazzi. «Verona in quei giorni pagò un caro prezzo in termini di vite umane: è nostro dovere tenere viva la memoria e onorare i caduti militari, i martiri della Resistenza e tutte le vittime del nazifascismo».

Le celebrazioni del 25 aprile a Verona

Domani, martedì 25 aprile, le celebrazioni per il 78° anniversario della Liberazione inizieranno alle 9.45 con il raduno in piazza Bra di tutte le autorità civili e militari cittadine.

Alle 10 seguirà l’alzabandiera e, successivamente, la formazione del corteo che si recherà in piazza Viviani per la deposizione delle corone alla targa dei Caduti della battaglia in difesa del palazzo delle Poste e alla Sinagoga, davanti alla targa in memoria della medaglia d’oro Rita Rosani.

Il corteo si sposterà poi in piazza Bra dove altre tre corone verranno deposte ai piedi del monumento ai Caduti di tutte le guerre, del monumento al Partigiano e della targa dei Deportati nei campi di sterminio.

LEGGI E GUARDA ANCHE: Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona

Alle 11 il corteo si dirigerà alla scalinata di palazzo Barbieri – in caso di pioggia alla sala Auditorium della Gran Guardia – dove sarà data lettura delle motivazioni del conferimento della Medaglia d’oro al Valor Militare alla città di Verona. Sono previsti gli interventi del sindaco Damiano Tommasi, del Prefetto di Verona Donato Cafagna e del presidente della Provincia Flavio Massimo Pasini.

Successivamente prenderanno la parola il presidente della Consulta Giovanile e l’oratore ufficiale Roberto Tagliani. A chiusura monologo di Andrea Pennacchi.

Le celebrazioni termineranno alle ore 18, con l’ammaina bandiera in piazza Bra.

LEGGI ANCHE: Omicidio di Villafranca, il presunto responsabile si costituisce

La presentazione dell’assessore Buffolo

Il commento dall’assessore alla Memoria storica Jacopo Buffolo: «Credo sia molto importante evidenziare, attraverso questo ampio programma condiviso e realizzato insieme al Comitato Unitario per la difesa delle istituzioni democratiche, l’importanza data dall’Amministrazione alle Celebrazioni per il 25 Aprile – ha sottolineato l’assessore Jacopo Buffolo –, in particolare alla luce delle dichiarazioni di queste ultime ore del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con cui ci ricorda di “combattere gli araldi dell’oblio”, che ci hanno portato in questi anni spesso a confondere vittime e carnefici e a confondere quegli uomini e quelle donne che si sono battute per uno stato libero e democratico con chi, invece, si posto dalla parte sbagliata della storia».

«Per questo l’Amministrazione ha voluto condividere con le associazioni partigiane della resistenza e con l’istituto per la storia della Resistenza un programma di eventi volto sia a ricordare che ad attualizzazione la memoria, per una celebrazione che non sia semplicemente rituale. Ringrazio inoltre le Circoscrizioni che promuoveranno momenti di memoria all’interno dei quartieri. L’obiettivo è quello di sostenere in favore della cittadinanza sia momenti di memoria ma anche di riflessione sul rischio oggi dell’avanzare dell’intolleranza purtroppo anche nel nostro Paese», ha concluso Buffolo.

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici

Altre iniziative

Dalle 9.45 in piazza Bra, l’evento “Resistere Pedalare Resistere” la tradizionale biciclettata su strada aperta sui luoghi della Resistenza organizzata dall’Associazione FIAB.

Dalle 16 alle 19, al Cortile della Caserma Santa Marta, lo spettacolo “La festa c’è, È Festa d’Aprile”. Alle 13 – al termine della cerimonia ufficiale in Piazza Bra – apertura bar e cucina.

Alle 16 conferenza – a cura dell’Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea – dedicata alla memoria e all’opera di Maurizio Zangarini. Alle 17.30 avvio del programma musicale.

Nelle Circoscrizioni

Alle ore 8.30, organizzato dalla Circoscrizione 8^ e Gruppo Alpini Montorio, Santa Messa. A seguire 9.15 Processione monumento ai caduti e al monumento in Via Lanificio angolo Via della Segheria. 9.45 Visita alla Mostra Seconda Guerra Mondiale. Alle 10 rinfresco al Centro Culturale di Montorio, in Piazza Penne Nere.

Alle ore 8.45 organizzato dalla Circoscrizione 4^– Raduno alla tradotta di S. Lucia – 9 Santa Messa (alla Chiesa di S. Lucia) e a seguire Corteo e Commemorazione al Monumento ai Caduti nell’omonima piazza. Deposizione Corona con esibizione del complesso bandistico.

Alle 9.30 organizzata dall’Associazione nazionale Alpini sez. S. Massimo – Santa Messa (alla Chiesa di Via Beniamino Romagnoli) e a seguire Corteo e Commemorazione al Monumento ai Caduti in Piazza Risorgimento e deposizione Corona .

Alle 10, organizzato dalla Circoscrizione 2^– Croce del Santo, Nord di Avesa – Santa Messa e a seguire Commemorazione. Ricordo degli uomini e delle donne che contribuirono con il loro sacrificio allo svuotamento dell’immensa polveriera di Avesa.

Alle 10, organizzato dall’Associazione nazionale Combattenti e Reduci sezione S. Pancrazio al Porto e dall’Associazione Alpini S. Pancrazio al Porto con il patrocinio della Circoscrizione 7^ – Santa Messa alla Chiesa di S. Lucia e a seguire Commemorazione al Monumento ai Caduti in Via Lazzaretto con Deposizione Corona.

Fino al 25 aprile, organizzata dalla Circoscrizione 8^ e promossa dal Gruppo Alpini Montorio, è visibile al Centro Culturale di Montorio la mostra ‘Seconda Guerra Mondiale’ a cura di Cristian Albrigi.