A Valeggio il commissario ha incontrato il comitato anti discarica

Giovedì 8 febbraio il commissario prefettizio Lucrezia Loizzo ha incontrato il comitato anti discarica a Valeggio. Tra le problematiche sollevate, l'incremento del traffico e le possibili ricadute sul territorio.

Valeggio sul Mincio basa la sua immagine sul turismo e l’accoglienza. È quanto è stato sottolineato dal Comitato Anti Discarica Ca’ Balestra ricevuto nella serata di giovedì 8 febbraio dal commissario prefettizio Lucrezia Loizzo. Nell’incontro i rappresentanti del Comitato, Tatiana Facincani, Gianni Bertaiola, Nicola Cordioli, Giampaolo Avanzini e Luca Danzi, hanno manifestato la propria contrarietà alla realizzazione dell’impianto di smaltimento rifiuti contenenti amianto proposto da Progeco Ambiente Spa.

Il progetto è stato pubblicato sul portale della Regione del Veneto lo scorso 17 gennaio. Il commissario Loizzo ha precisato che con tempestività ha iniziato la propria attività amministrativa per ogni verifica relativa alla sua ubicazione e alla documentazione prodotta dalla ditta.

Dopo un’introduzione sugli aspetti tecnici del progetto, in particolare sulla capacità recettiva dell’impianto di circa 940mila metri cubi, con una gestione pari a circa 90mila metri cubi annui di conferimento, sono emerse, in caso di futura realizzazione, le problematiche su un possibile notevole incremento di traffico veicolare nella zona con pesanti ricadute sul territorio, oltre che di natura ambientale e preoccupazioni sulla salute pubblica. La zona coinvolta dall’intervento è infatti interessata da produzioni di prodotti tipici di pregio per qualità, metodologia di coltivazione e disciplinari di commercializzazione a cui i produttori sono tenuti a sottostare, nel rispetto delle normative di regolazione delle Dop e Igp e delle attestazioni di specificità.

Il commissario Loizzo ha fatto presente che i propri uffici hanno lavorato sulla completezza della documentazione presentata dalla Progeco e ha fatto presente che, nella giornata di mercoledì 7 febbraio, è stata inviata alla Regione la richiesta di una documentazione integrativa formulata in dieci specifici punti. Tra questi sono state evidenziate carenze su alcuni calcoli legati ai conferimenti, su alcuni studi e monitoraggi sulle acque, sulla morfologia del territorio. Nel corso della discussione è emersa, come elemento che dà preoccupazione da parte del Comitato, la vicinanza della futura possibile realizzazione di altre due discariche nei limitrofi Comuni di Villafranca e Marmirolo, con conferimento, oltre che di amianto, anche di altri materiali.

«Ho tenuto due riunioni con gli enti pubblici interessati al progetto presentato e ho raccolto le loro osservazioni sull’argomento – ha spiegato il commissario Loizzo -. Assicuro il mio impegno nel seguire l’intero iter amministrativo e, nelle sedi opportune, a farmi portavoce del disagio della comunità valeggiana, manifestatomi da questo Comitato».

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM