A San Martino si distribuiscono mascherine in tessuto tecnico

Il Comune ha acquistato le mascherine da un’azienda con sede a San Martino Buon Albergo. Le mascherine sono realizzate in tessuto tecnico e lavabili. Oltre al formato per adulti, saranno distribuite mascherine anche per i bambini.

San Martino Buon Albergo

L’amministrazione comunale di San Martino Buon Albergo ha acquistato 8300 mascherine lavabili in tessuto tecnico da distribuire alle famiglie a partire dalla seconda metà del mese di maggio, una per ciascun nucleo famigliare residente nel Comune e una in formato bambino per ogni minore di età compresa fra i 4 e gli 11 anni.

Il reperimento di mascherine è da mesi un tema di rilevanza nazionale e una preoccupazione per molti sindaci di Comuni italiani. San Martino Buon Albergo, dopo aver fornito circa 9 mascherine chirurgiche a famiglia, ora investe delle risorse nel frangente delle mascherine in tessuto tecnico, molto comode dal momento che possono essere utilizzate anche per lo sport e lavabili ad alte temperature.

«Fin dai primi giorni dell’emergenza ci siamo mossi per reperire il maggior numero possibile di mascherine da destinare agli operatori del nostro Comune e a tutti i cittadini di San Martino. Ad oggi abbiamo distribuito 63mila mascherine insieme a un volantino informativo sulle realtà disponibili alle consegne a domicilio. Ora abbiamo acquistato nuovi dispositivi di protezione individuale in tessuto tecnico lavabili, anche formato bambino. Siamo i primi nella provincia ad aver avuto questa accortezza». Queste le parole del Sindaco Franco De Santi che è riuscito nell’impresa acquistando le nuove mascherine da un’azienda con sede nel Comune di San Martino Buon Albergo, che, in questo momento di necessità, ha dedicato parte della sua produzione alla realizzazione delle mascherine.

Questo modello realizzato con un tessuto tecnico elastico è filtrante, protettivo e idropellente. Ad uso della collettività, la mascherina potrà essere indossata per fare attività fisica, nel tempo libero, e in tutti gli usi civili e negli gli ambienti di lavoro ad esclusione dell’uso sanitario e di quei luoghi dove non sia possibile rispettare le distanze di sicurezza previste. Trattandosi di mascherine confortevoli e semplici da indossare, il Comune ha pensato fosse un’ottima soluzione per invogliare anche i più piccoli all’uso di uno strumento che sarà nostro compagno anche per i prossimi mesi.