A Negrar un ottobre di lavori, guardando alla prevenzione

Bitumature, contenimento del dissesto idrogeologico e pulizie straordinarie sono stati gli interventi al centro del programma di riqualificazione del territorio di Negrar di Valpolicella.

Negrar lavori Arbizzano
Foto d'archivio

A Negrar un ottobre di lavori, guardando alla prevenzione

A Negrar di Valpolicella, con il mese di ottobre, sono proseguiti i lavori di asfaltatura e riqualifica straordinaria su ampi tratti di strade, con interventi efficaci seppur condizionati dal rincaro delle materie prime e dell’energia.

Gli interventi

Da sud a nord del territorio comunale, sono state ribitumate:

  • via Montanari e via S. Francesco ad Arbizzano,
  • via Camarele a Santa Maria,
  • via Veneto a San Vito,
  • via Marconi a Negrar,
  • vari tratti da Negrar verso Torbe, Prun e Fane,
  • via Santa Cristina, sempre a Prun.

La riqualificazione della frazione di Montericco

Va ricordata infine la totale riqualificazione della frazione di Montericco. dopo decenni di mancati interventi e il grave ammaloramento delle strade, grazie all’importante lavoro dell’Associazione dei residenti alla quale l’Amministrazione ha dato un sostegno anche dirottando finanziamenti del BIM Adige si è giunti ad un significativo miglioramento dell’intera area.

Visto il rincaro dei prezzi si è reso necessario un grosso lavoro di ottimizzazione delle risorse, sollecitando le ditte che hanno posizionato i sottoservizi ad effettuare i ripristini secondo il nuovo regolamento comunale sulle manomissioni del suolo pubblico. Proficua anche la collaborazione con Acque Veronesi che, impegnata nella sostituzione delle condotte, si è prodigata anche nella riasfaltatura delle vie interessate. 

LEGGI LE ULTIME NEWS

«La sistemazione delle strade rientra nelle nostre priorità ed è precisa volontà di non lasciare indietro nessuna zona o frazione del comune, con l’impegno costante di reperire energie e finanziamenti – afferma l‘assessore ai Lavori Pubblici di Negrar di Valpolicella, Bruno Quintarelli – . Per la scelta delle strade diamo priorità in base ad alcuni criteri: condizioni di usura, carico di percorrenza, vie che conducono ai servizi primari come ospedale, scuole, uffici di pubblica utilità, velocità di percorrenza. Tutti questi elementi sono supportati dalla puntuale analisi e relazione della Polizia Locale. Per l’intero 2022 sono stati destinati 400mila euro e contiamo di mantenere un pari importo o addirittura maggiore per il prossimo anno».

Importanti risorse economiche sono dedicate anche al contenimento e prevenzione del dissesto idrogeologico. Nel piano delle opere recentemente approvato per il prossimo anno, che prevede investimenti per tre milioni e 808.400 euro, un milione e 800mila sono dedicati alla sicurezza stradale con ricostruzioni di muri e sistemazione di dissesti e frane.

«Un intervento eseguito in poche settimane, grazie soprattutto al lavoro degli uffici – puntualizza a questo proposito Quintarelli – ha riguardato il muro di contenimento sulla strada comunale per Montecchio a Campi di Sopra, ceduto a seguito dell’azione delle acque meteoriche. Ricordo che l’importante impegno dedicato ai dissesti idrogeologici e alla regimazione delle acque è iniziato con gli interventi del Consorzio di Bonifica per quattro milioni e 500mila euro e sfocerà, oltre agli importanti interventi programmati ogni anno, anche con una campagna di pulizia straordinaria e spurgo di circa mille caditoie e griglie. Su questo tema – conclude – vorremmo responsabilizzare anche i cittadini ad “adottare una caditoia”, quella più prossima alla propria abitazione, svolgendo azioni di pulizia e cura della stessa poiché risulta difficile provvedere con continuità ad intervenire. Una pulizia fatta oggi potrebbe non servire per la caduta di foglie di qualche giorno dopo, che impermeabilizzano griglie e caditoie. Un semplice intervento di qualche minuto aiuta notevolmente il deflusso e previene tracimazioni dell’acqua».