A Lecce i funerali del giovane arbitro De Santis

La bara del 33enne ha fatto il suo ingresso tra due ali di giovani componenti aspiranti direttori di gara della Sezione leccese.

daniele de santis

Si sono svolti stamattina nella cattedrale di Lecce i funerali di Daniele De Santis salentino ucciso la sera del 21 settembre scorso con la fidanzata a coltellate nel palazzi in cui abitavano. I funerali della ragazza, Eleonora Manta, sono stati celebrati nel pomeriggio a Seclì (Lecce) suo paese natale.

La bara del 33enne ha fatto il suo ingresso tra due ali di giovani componenti aspiranti direttori di gara della Sezione leccese di cui faceva parte Daniele. Indossavano una maglietta bianca con impressa l’immagine di Daniele impegnato su un campo e la scritta: «Qua c’è tutto a dire che ci sei. Fai buon viaggio e poi, riposa se puoi».

La cerimonia funebre é stata officiata dall’arcivescovo di Lecce monsignor Domenico Seccia. Erano presenti numerosi rappresentati dell’associazione arbitri guidati da Marcello Nicchi, presidente nazionale Aia, Danilo Giannoccaro e Luigi Nasca, componenti commissione arbitri serie A, Antonio D’Amato designatore arbitro serie C e Paolo Prato presidente Aia Lecce. L’ingresso in cattedrale é stato interdetto ai giornalisti e ai cineoperatori per volere della famiglia. (Ansa)