A Cerro Veronese un’estate di iniziative culturali

A dircelo è stato il sindaco Nadia Maschi: «Stiamo cercando di riprendere, ma c'è ancora paura. Cercheremo di fare soprattutto attività di tipo culturale».

«È stato un periodo molto duro, soprattutto per convincere le persone della gravità della cosa e che era necessario rimanere isolati in casa. Abbiamo attivato servizi per la consegna della spesa e dei medicinali con un gruppo di volontari. Abbiamo collaborato molto anche per i medici di base. Con i volontari abbiamo fatto anche la distribuzione delle mascherine, che ci arrivavano lentamente. Abbiamo fatto una consegna capillare di questi dispositivi». Così il sindaco di Cerro Veronese, Nadia Maschi.

Sulle iniziative per l’estate: «Abbiamo cercato di riprendere la vita che si faceva nelle altre stagioni estive e abbiamo accolto molte persone e le zone sono abbastanza complete. Le iniziative sono stiamo cercando di riprenderle, ma c’è ancora paura soprattutto da parte di alcune associazioni: non è semplice ricominciare a rifare tutto con le regole che giustamente ci sono ancora per i distanziamenti. Alcuni eventi quindi sono stati rimandati. Cercheremo lo stesso di fare delle attività di tipo culturale: venerdì 24 e sabato 25 luglio c’è una iniziativa di un gruppo di giovani che si chiama “Peradam“, che farà prima un incontro alla nostra Giassara parlando di botanica. Sabato mattina, con una bella passeggiata nel nostro verde, andranno a vedere quello che hanno spiegato la sera prima. Sono iniziative in cui è anche più semplice rispettare le distanze di sicurezza».