A Castelnuovo riflessioni per gli studenti, da Anna Frank a Gino Bartali

Per celebrare la Giornata della Memoria in ogni scuola di Castelnuovo del Garda sono stati organizzati laboratori e attività che hanno coinvolto gli studenti in una riflessione su Gino Bartali e Anna Frank.

Mercoledì 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti. In occasione della ricorrenza, in ogni scuola di Castelnuovo del Garda sono stati organizzati laboratori e attività. In particolare, le classi della scuola primaria di Cavalcaselle hanno lavorato sulla figura di Gino Bartali, campione del ciclismo ma anche “Giusto tra i Giusti”, che salvò la vita a centinaia di ebrei procurando loro documenti falsi, che nascondeva nell’intelaiatura metallica della sua bicicletta.

Gli alunni sono stati coinvolti in un percorso che da Gino Bartali, attraverso il Giardino dei Giusti, li ha condotti alla storia di Anna Frank. Il trait d’union di questi due importanti personaggi è un albero, più precisamente un olivo, che verrà consegnato domattina alle 11 dal sindaco Giovanni Dal Cero alla scuola primaria di Cavalcaselle e ai cui rami gli alunni legheranno con dei nastrini colorati le parole dei diritti, per ricordare questa giornata e per non far dimenticare il difficile periodo che stiamo vivendo.

Leggi anche: Giornata della Memoria, ANED: «Importante ricordare per non ripetere la storia»

Come spiega la vicesindaco e assessore all’Istruzione Rossella Vanna Ardielli, «Da un anno abbiamo avviato una collaborazione con l’associazione di volontariato “Un ponte per Anna Frank” allo scopo di organizzare un percorso mirato a mantenere viva la memoria di eventi tragici e la consapevolezza del valore della libertà e dei diritti umani. Con l’associazione lo scorso dicembre abbiamo allestito una mostra itinerante nella scuola secondaria di primo grado. Le immagini, le parole e la riflessione hanno reso vivo il messaggio che Anna Frank ci ha trasmesso e che dobbiamo continuamente rinnovare, per questo abbiamo consegnato alla scuola trenta copie del Diario di Anna Frank. Ringrazio la dirigente scolastica Anna Pia De Caprio, gli insegnanti, gli alunni e i collaboratori scolastici per il prezioso lavoro svolto».