62enne in difficoltà sul Baldo: intervento del Soccorso Alpino

L'uomo, affaticato, non riusciva più a sostenersi sulle gambe e proseguire il suo rientro verso Brentino Belluno dal sentiero del Santuario.

Soccorsa escursionista Zimella Soccorso Alpino
Foto d'archivio

Si è concluso attorno alle 22 di ieri sera l’intervento in aiuto di un escursionista in difficoltà al rientro da un giro ad anello. Il 62enne di Mantova si era incamminato assieme alla moglie lungo il sentiero del Santuario, per poi proseguire verso Malga Orsa e arrivare al ponte tibetano.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Al momento di scendere verso Brentino Belluno dopo il tratto pianeggiante nel bosco, l’itinerario prosegue sul ripido crinale, dove vanno superati dei tratti rocciosi e una parte con cavo metallico. È stato in discesa che l’uomo, affaticato, è caduto un paio di volte e si è fermato non più sostenuto dalle gambe. Una squadra del Soccorso alpino di Verona, attivata dalla Centrale del 118 verso le 17.30, è salita dal basso, incrociando prima la moglie.

Raggiunto l’escursionista, i soccorritori lo hanno dotato di imbrago e lo hanno assicurato, tenendolo uno da dietro con la corda tesa e uno sorreggendolo davanti, per 300 metri di dislivello. Una volta a valle, la squadra ha riaccompagnato con i propri mezzi la coppia alla macchina. 

LEGGI ANCHE: Pazienti ustionati a Bolzano, morto a Verona l’uomo di 31 anni