Viaggiare rilassati (con bambini al seguito) è possibile. Parola di mamma.

sdr

Rinunciare al viaggio dei propri sogni “perché adesso abbiamo un bambino piccolo” non è una ragione abbastanza convincente per Michela Toffali, veronese trapiantata ad Amsterdam dal 2014, che assieme a Milena Marchioni gestisce il seguitissimo blog Bimbieviaggi visitato da oltre un milione di persone all’anno. L’abbiamo intervistata. Ovviamente, mentre era in vacanza.

di Federica Lavarini

Michela, perché ha iniziato a scrivere così attivamente in questo blog?
Quando sono rimasta incinta ho iniziato a navigare in internet in cerca di notizie, come fanno tutte le mamme al giorno d’oggi. Allo stesso tempo, amo scrivere e viaggiare e desideravo che la mia esperienza potesse essere condivisa e, magari, di aiuto per altre mamme come me: Bimbieviaggi mi è parso il luogo ideale per coltivare questo mio desiderio. Nei primi tempi, ho iniziato a vivere il connubio bimbi piccoli-viaggi in maniera un po’ ansiosa, ma poi ho pensato che il modo per coniugare quello che può sembrare impraticabile esiste, l’importante è armarsi di buon senso e ottimismo, l’organizzazione verrà di conseguenza.

Come è diventata co-autrice della guida nata dal successo del blog?
Io e Milly (Milena Marchioni, ndr) lavoriamo in due città diverse: prima a Verona e poi ad Amsterdam nel mio caso, mentre Milly a Bologna, ma la tecnologia è formidabile nel mantenere relazioni significative a distanza. Era da molto tempo che volevamo pubblicare un guida “di carta” perché pensavamo potesse essere di aiuto pratico durante il viaggio, come le classiche guide dove i viaggiatori scrivono degli appunti a margine del testo per annotare fatti importanti accaduti durante il viaggio.

Quali sono le caratteristiche che accomunano il blog e la guida Bimbi e Viaggi?
Il blog racconta esperienze di tante mamme diverse. Da queste siamo partite, cercando di creare una sorta di percorso graduale di “consuetudine” al viaggio nel quale io stessa mi riconosco. La guida, infatti, si focalizza su tre diversi modi di affrontare il viaggio con i bambini piccoli, ritagliati su tre tipologie di mamma: c’è la ‘Mamma paranoica’, la ‘Mamma rilassata’ e la ‘Mamma Indiana Jones’. Le mamme al primo figlio che portano con sé la casa rientrano tipicamente nella prima, le seconde sono le mamme che invece pensano “se sono riuscita a partorire, farò questo ed altro!” e, infine, le mamme che partono sicure di sé perché hanno più esperienza e, rilassate, si godono finalmente la vacanza.

Qual è il motivo del successo di Bimbieviaggi?
Il blog pubblica esperienze vere e soluzioni messe in pratica da mamme reali che vogliono condividere le mille esperienze che si vivono quando si viaggia con un bambino piccolo. Negli articoli si parla di esperienze uniche, positive ma anche imprevisti importanti, come quando un piccolo si ammala, magari su un’isola del Pacifico, e non si sa come poter affrontare la situazione.

Come vi accertate della credibilità e della serietà di chi collabora con voi?
Gli autori sono di solito lettori affezionati del blog oppure persone che si sono dimostrate particolarmente attive sui social e che noi abbiamo invitato a raccontarsi. Tutte le storie vengono verificate prima della pubblicazione, assieme al testo chiediamo poi di inviare le foto del viaggio, come ulteriore “prova”. Inoltre, sia noi che i vari collaboratori scriviamo pro bono, non c’è alcun ritorno economico se non il piacere di vedersi pubblicati e letti su una delle piattaforme più famose in Italia per chi viaggia con i bimbi. Stiamo molto attenti anche ai partner commerciali; spesso non abbiamo accettato delle proposte perché non ci è stato dato modo di testare il servizio in prima persona. Viaggiare con i bambini è bellissimo ma richiede attenzione, da mamme non consiglieremo mai una struttura o un servizio senza averlo provato noi, per prime.
www.bimbieviaggi.it

 ———————————– Giovedì 24 agosto Michela Toffali e Milena Marchioni presenteranno “Bimbi e Viaggi” alla Libreria Gulliver, nell’androne di via Stella 16. Appuntamento alle 21 per segreti e consigli da mamme a mamme, ma non solo.