Diabete, la Guardia di Finanza di Verona oggi all’evento Federmarma

Si è tenuto oggi, in occasione della celebrazione della giornata mondiale del Diabete, nella sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona, l’incontro a favore del personale e dei relativi familiari del Corpo sulla prevenzione, diagnosi precoce e cura del diabete.

Alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto, sono intervenuti vari relatori tra cui Enzo Bonora, presidente della Società italiana di diabetologia e direttore UOC Endocrinologia, Diabetologia e Malattie del Metabolismo che ha presentato ai militari delle Fiamme Gialle una breve relazione sulla patologia la dottoressa Arianna Capri, vicepresidente di Federfarma Verona che ha illustrato gli strumenti preventivi che tutti possono mettere in pratica per la salvaguardia della propria salute e il medico Fabiana Formica, capo servizio sanitario per il Veneto della Guardia di finanza che ha esposto i profili relativi alla valutazione medico legale del paziente diabetico.

Oltre all’autotest della glicemia, i finanzieri sono stati invitati dal pool di farmacisti di Federfarma Verona,  organizzatrice dell’evento, alla Caserma “Amilcare Martini” a rispondere alle domande del questionario anonimo “Diabetes Risk Score-DRS” appositamente studiato per mettere in luce l’eventuale rischio di contrarre il diabete nei prossimi dieci anni.

«Il diabete è una patologia che si insinua nell’organismo senza dare segnali evidenti per molto tempo e quindi è quanto mai necessario che si eseguano controlli preventivi – ha spiegato Luca Coletto assessore alla Sanità della Regione Veneto – Correggere stili di vita inadeguati tipici della nostra società ed eseguire semplici test come quello proposto oggi al Comando delle Fiamme Gialle, significa allontanare lo spettro di quella che viene definita la “malattia del benessere”».

Il Comandante Provinciale della Guardia di finanza Col. Carlo Ragusa ha sottolineato che «l’incontro di oggi rientra nelle attività di assistenza e protezione e sociale realizzate dalla Guardia di finanza per i suoi appartenenti e per il loro familiari. Una patologia così delicata merita di essere conosciuta a fondo e in tutti i suoi risvolti, oggi c’è stata un’importante occasione».

«La presenza dei titolari di farmacia presso il Comando della Guardia di Finanza rappresenta una tappa del percorso iniziato da Federfarma quattro anni fa quando – ha spiegato Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona – sempre in occasione della Giornata mondiale del Diabete, facemmo visita al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco per dare loro la possibilità, nonostante la giornata di servizio, di sottoporsi alla valutazione. Si tratta di un momento di simbolico riconoscimento da parte di Federfarma alle Istituzioni che lavorano quotidianamente per la sicurezza della nostra città. Negli anni a seguire i nostri interventi si sono svolti presso la Questura di Verona e poi al Comando provinciale dei Carabinieri. Oggi ringrazio il Colonnello Ragusa per aver accolto la nostra disponibilità e per aver contribuito alla realizzazione di questa significativa iniziativa».

Intanto è in pieno svolgimento e si concluderà domenica 18 novembre la campagna sanitaria “DiaDay” contro il diabete in 157 farmacie di Federfarma Verona che gode del patrocinio del Ministero della Salute.

Il peso ideale, da tenere sotto controllo insieme al giro vita e all’indice di massa corporea, sono elementi importanti per inibire numerose patologie tra cui anche il diabete. Per allontanare lo spettro dell’obesità è utile ricordare la riduzione della quantità di cibo, l’importanza di una dieta ricca di fibre e l’abbandono di una vita sedentaria in favore di esercizio fisico, non necessariamente sport intenso: anche una semplice passeggiata al giorno può aiutare a mantenere peso forma e salute.

In occasione della settimana alla lotta del diabete, a tutti i cittadini che entreranno nelle farmacie aderenti al “DiaDay”, verrà offerta la misurazione gratuita della glicemia in regime di autoanalisi mentre i farmacisti compileranno, per ciascun utente sottoposto al test, un questionario anonimo on line fornito da Federfarma nazionale.

L’inserimento di molteplici dati a cura del farmacista nel questionario telematico, correlato al valore glicemico misurato, permetterà di verificare, tramite uno specifico punteggio rilasciato automaticamente dall’applicazione informatica, il grado di rischio del soggetto di sviluppare il diabete. La farmacia potrà quindi indirizzare i pazienti a rischio al medico di medicina generale o direttamente al centro diabetologico rilasciando al cittadino una stampa dei risultati.

Per coloro che, invece, sanno già di essere affetti dalla malattia la settimana del “DiaDay” prevede da questa edizione un questionario somministrato dai farmacisti e focalizzato sull’aderenza alla terapia da parte del paziente, individuando eventuali irregolarità nella modalità di assunzione dei farmaci contro il diabete. I dati rilevati in forma anonima nell’ambito della campagna “DiaDay” saranno elaborati dal board scientifico, composto da diabetologi, farmacisti e rappresentanti delle Istituzioni.

In Italia quest’anno sono 6.500 su un  totale di 17.000, le farmacie aderenti a Federfarma che partecipano alla settimana di prevenzione del diabete, il Veneto partecipa con una media del 47%, Verona del 65%. La campagna “DiaDay” è realizzata da Federfarma con il patrocinio di SID (Società italiana di diabetologia), AMD (Associazione medici diabetologi), FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani), Utifar (Unione Tecnica Italiana Farmacisti), FNOMCEO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri), Cittadinanzattiva.

[pantheon_gallery id=”52755″][/pantheon_gallery]