Il cavallo come cura per l’autismo

Presentata questa mattina a Fieracavalli “La Libertà nella diversità”, la nuova iniziativa dell’associazione Ants che coinvolge 20 classi di scuole Primarie veronesi e cerca di stimolare la riflessione nei ragazzi sul significato di essere, tutti, “diversi e speciali”

I disturbi dello spettro autistico si possono alleviare con i cavalli e il contatto con la natura. In occasione di Fieracavalli oggi è stato presentato “Riding the Blue”, il nuovo percorso di ippoterapia dell’associazione Ants, realizzato in collaborazione con Fieracavalli, Ulss 9 Scaligera, Aoui Verona e le associazioni per l’autismo. Il progetto vuole stimolare la riflessione prima, sul significato di essere tutti “diversi e speciali”, poi attraverso il contatto con la natura in sella al cavallo.

La libertà sta nella diversità, insomma. E “questa è una grande conquista per tutti”, spiega l’assessore Coletto.

Il servizio