Paolo Crepet mercoledì a San Giovanni Lupatoto

Paolo Crepet

Il sociologo, psichiatra ed educatore parlerà di “Passione” mercoledì 10 aprile alle 20.30 a San Giovanni Lupatoto nell’Auditorium della scuola “G. Marconi”.

La rassegna culturale “Emozioni in rosa” propone, per il mese di aprile, un momento di dibattito con un autore d’eccellenza: Paolo Crepet, sociologo, psichiatra ed educatore per la prima volta ospite a San Giovanni Lupatoto, che presenterà il suo ultimo libro: “Passione“.

L’appuntamento, aperto a tutta la cittadinanza, è per mercoledì 10 aprile alle 20.45 nell’Auditorium della scuola secondaria di primo grado “G. Marconi” in via U. Foscolo.

Sarà una serata dedicata agli appassionati, ai giovani ed in particolare a genitori ed insegnanti, visto che si affronterà il tema delle nuove tecnologie digitali tra i minori. Crepet sostiene che la digitalizzazione tra gli adolescenti sia un rallentatore cognitivo ed emotivo dove tutto apparentemente sembra realizzabile e fruibile senza sforzo, favorendo l’estinzione della passione. Quella stessa manifesta passione che, invece, dovrebbe rigenerare speranze per migliorare. Senza passione non c’è vita e visione nel futuro, così, Crepet, intende raccontare come inseguirla e provocarla.

Parlerà di storie e riflessioni, attinte dalla sua esperienza esistenziale e professionale, che ruotano attorno alla “Passione” in tutte le sue particolarità, è un dovere verso i ragazzi che devono essere sostenuti nella scoperta per coltivare i loro entusiasmi. Le storie dei protagonisti insegnano che la passione è basata sull’ostinazione, la tenacia e un’incontenibile urgenza di libertà verso una vita migliore. Non sarà un viaggio facile e neppure per tutti, ma sarà comunque importante iniziare a mettersi in cammino.

«Con questa serata, l’Amministrazione comunale intende sensibilizzare in merito al ritorno delle relazioni tra i giovani, in modo concreto nonostante lo sviluppo della digitalizzazione. La bellezza della passione diffonde speranza; è un sentimento democratico, che non sceglie appartenenza, né classi sociali o privilegi economici, e quando si vive, distrugge la rete della noia» commentano il Sindaco Attilio Gastaldello e l’Assessore delegato alle Pari Opportunità Debora Lerin. «Sarà un dibattito sul tema della passione e di quanto la sua mancanza, tra i giovani indifferenti, possa ostacolare il futuro. Per tornare a generare speranza è necessario affrontare il dolore, per ognuno diverso, ma utile per creare nuove opportunità. La passione muove e si muove rimescolando ragione, paura e certezze, sviluppando emozioni che crescono dal cuore» – conclude l’Assessore Lerin.

La Commissione Pari Opportunità ha proposto all’Amministrazione comunale un evento di grande valore per incentivare i genitori ad intraprendere un percorso di interpretazione del mondo digitale. Si proseguirà con la medesima tematica con la Cooperativa Azalea che presenta “Genitori in Rete” il 16 aprile alle ore 20.30 a Casa Novarini, per indirizzare i genitori alla consapevolezza del digitale: non solo dei suoi pericoli e delle insidie, ma anche di come utilizzarlo in modo costruttivo.

L’ingresso alle serate è libero e gratuito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.