Oggi è la giornata mondiale della pizza, e ce la racconta un campione

Anche Coldiretti lo conferma: con un fatturato stimato in 15 miliardi di euro all’anno, la pizza rimane un tesoro del made in Italy, un simbolo del successo della dieta mediterranea nel mondo. Noi abbiamo incontrato un veronese doc che della pizza ne ha fatto un lavoro e un trionfo, a livello mondiale.

Rotonda, quadrata, con o senza cornicione, a tranci, sottile, spessa, croccante o soffice, con mozzarella e pomodoro o con fiori di zucca e alici, oppure con verdure grigliate: la pizza si conferma – spiega Coldiretti – uno dei piatti più versatili della cucina italiana e colonna portante di un sistema economico costituto da 127mila locali in Italia, dove si prepara e si serve.

Sarebbe quasi scontato dire che la passione per la pizza è planetaria: gli americani ne sarebbero i maggiori consumatori, con 13 chili a testa stimati, mentre gli italiani guidano la classifica in Europa con 7,6 chili all’anno, e staccano spagnoli (4,3), francesi e tedeschi (4,2), britannici (4), belgi (3,8), portoghesi (3,6) e austriaci che, con 3,3 chili di pizza pro capite annui, chiudono la classifica.  Questi i dati forniti da Coldiretti, mentre l’Unesco ha proclamato l’arte dei pizzaioli patrimonio immateriale dell’umanità.

Oggi quindi, 17 gennaio, è proclamata la giornata mondiale della pizza; una ricorrenza scelta per celebrare un piatto tanto antico e semplice, quanto amato e rivisitato oggi. Ma perché proprio oggi, si chiederanno in molti: il 17 gennaio la Chiesa cattolica consacra Sant’Antonio Abate, eletto protettore anche dei fornai e dei pizzaioli.

Ma chi di pizza ne sa davvero qualcosa è il veronese Federico De Silvestri, titolare della Pizzeria Focacceria Quattrocento a Marzana, in provincia di Verona. Federico con umiltà e tanta voglia di provare, dopo aver concluso gli studi da perito elettrico, si è buttato in quella che è diventata una professione, che lo ha reso campione mondiale di pizza.

Nel 2008 frequenta un corso base per pizzaioli presso Scuola Italiana Pizzaioli e da lì avvia il suo percorso. Nel 2011 inizia la gavetta come pizzaiolo in Liguria, a Sarzana, per poi tornare nel veronese nel 2015, dove è riuscito ad aprire il proprio locale. La sua più grande soddisfazione – ha raccontato ai nostri microfoni – sta ora nel fatto che sono aziende a cercarlo e clienti da tutto il mondo che si recano a Verona per provare la sua pizza.

Una precisione quasi scientifica sta alla base della pizza di Federico, un piatto totalmente digeribile, e che non faccia venir sete. Alla Pizzeria Quattrocento è presente un forno dedicato, specifico per pizze senza glutine; Federico confida che sia l’impasto il suo segreto, curato minuziosamente nella preparazione, con ben 6, 7 tipi di farine differenti.

De Silvestri gestisce il locale di Marzana con la moglie Mara, ed ora, dopo anni di competizioni e vittorie – alcune delle quali inaspettate – punta a trionfare a Las Vegas, confermandosi campione di pizza anche all’estero. Federico è un pizzaiolo dotato di passione e spirito competitivo, costellato da successi imprenditoriali e nelle competizioni nazionali ed internazionali; ha vinto per due anni consecutivi il prestigioso titolo di Campione del Mondo per la categoria pizza senza glutine al Campionato del Mondo della Pizza di Parma e dal dicembre 2017 è Istruttore con Percorso Formativo Certificato di Scuola Italiana Pizzaioli. Ora non vi resta che guardare l’intervista e perché no, stasera gustarvi una buona pizza!

Guarda il servizio: