Al lavoro nell’orto, al riposo in cantina

Orto

Fine aprile e maggio sono mesi di lavoro febbrile nell’orto e in giardino, dove si semina di gran carriera e ci si prepara alla produzione estiva. Meno impegnativo il lavoro del “cantiniere” in attesa della prossima vendemmia.

Primavera nuovamente protagonista nei nostri orti. Se non avete ancora dato inizio al vero lavoro, è il momento di procedere. Non importa se avete un appezzamento modesto o l’orto sul balcone, il lavoro che vi aspetta è ugualmente notevole. È fondamentale in ogni caso, che seguiate i consigli del calendario lunare, molto importante soprattutto in un periodo di semina come questo, da cui dipendono le sorti di resa del vostro orto durante tutta l’estate.

In luna crescente potrete seminare zucchine, zucca, peperoni, sedano, lattughe e prezzemolo. Preferite sempre la luna crescente per seminare, in calante meglio dedicarsi alle piante da interno, non all’orto. Tra le altre semine che potrete prevedere in questo periodo spiccano sicuramente anguria e basilico, carote, cavoli, cetrioli, fagiolini e fagioli, porri, rucola e scarola (tra le colture più in voga per utilizzo domestico).

Se potete seminate in semenzaio riparando i germogli dal sole diretto cavoli e verze. Le altre piantine possono essere poste in piena terra. Tra i prodotti che potrete già raccogliere, se le semine invernali sono andate bene, ci sono le erbe aromatiche e frutta di stagione, se avete anche un angolo a frutteto. Tra gli ortaggi, spinaci e asparagi su tutti. In giardino invece le temperature sono oramai buone e ci consentono di portare all’aperto le piante che ancora stavamo ricoverando in casa per farle svernare.

Se avete siepi ornamentali conviene effettuare un trattamento antiparassitario, ma fatelo sempre con prodotti biologici, altrimenti ne risentirà tutto il vostro terreno (e la vostra salute!). Fatevi consigliare dal vostro venditore di fiducia, specificando le vostre esigenze. Non usate mai questi prodotti in giornate ventose, anche se certificati sulla loro naturalità. Se la temperatura media sta al di sopra dei 10 gradi potrete seminare e innaffiare le semine, soprattutto alla sera o al mattino presto, evitando le fastidiose evaporazioni estive.

Questa regola vale anche per il prato. Potete mettere a dimora gerani, petunie e tutte le annuali simili a queste. Per farlo preparate una buca leggermente più grande di quanto vi occorre e aggiungete del terriccio. Ponete la pianta in buca e quindi innaffiate abbondantemente. Concludiamo, al solito, con la cantina.

Dopo Vinitaly, che sicuramente vi avrà fatto sognare in grande, potrete rilassarvi, visto che a maggio non sono previsti grossi lavori né in cantina né nel campo. Potrete comunque imbottigliare (solo nella prima settimana o nell’ultima di aprile), controllare le colmature, cambiare la pastiglia antifioretta e dare un giro d’aria ai locali d’imbottigliamento.