Parlare di tumore al seno, insieme la paura è meno paura

Il tumore al seno è un male che si può sconfiggere. Con l’aiuto di tutti. Ci vuole positività per poter dire poi “Forza, è curabile”. Come il titolo dell’iniziativa ideata da Maria Cristina Gamba, organizzatrice di eventi e cantante, pensato per dare un messaggio di speranza e di gioia a chi si trova in questa situazione, ma anche per tenere alta l’atten

Il tumore al seno è un male che si può sconfiggere. Con l’aiuto di tutti. Ci vuole positività per poter dire poi “Forza, è curabile”. Come il titolo dell’iniziativa ideata da Maria Cristina Gamba, organizzatrice di eventi e cantante, pensato per dare un messaggio di speranza e di gioia a chi si trova in questa situazione, ma anche per tenere alta l’attenzione.

di Erika Prandi

Positività e allegria per dire “Forza, è curabile”. Il tumore al seno: un male che non deve spaventare, è il sottotitolo dell’iniziativa ideata da Maria Cristina Gamba che si svolgerà il 9 giugno alle 18.30 nella sala Zanotto e nel chiostro di San Zeno. «L’idea mi è venuta a seguito di un intervento subito per una mastectomia. Volevo fare qualcosa per sensibilizzare le donne, perché purtroppo tante volte non prestano particolare attenzione alle problematiche relative ad un mancato controllo al seno. Io non avevo nessun sintomo eppure non mi hanno trovato una forma tumorale. Ma ho deciso di reagire e di inventarmi un’iniziativa positiva per loro».

Ad essere coinvolto, però, non è solo il genere femminile, come sottolinea Gamba: «è un problema che riguarda anche gli uomini, ma più in generale le famiglie in cui si verificano casi di tumore al seno». Per questo motivo l’evento è pensato per accogliere tutti, creare dei momenti di solidarietà reciproca, e soprattutto di informazione. Annamaria Molino, responsabile della delegazione di Verona della Fondazione Umberto Veronesi, che ha dato il patrocinio, parlerà dell’aspetto scientifico, mentre Simonetta Chesini intervisterà quattro donne che hanno vinto la loro battaglia.

Il buffet sarà un connubio tra la tradizione salentina e veronese grazie alla collaborazione con gli Amici del Salento e i cuochi di Isola della Scala. Infine, alle 21 si svolgerà uno spettacolo musicale e di poesia nel chiostro dell’abbazia. La manifestazione è organizzata in collaborazione con Europa Donna e Moica, e prevede un contributo di 20 euro.

Per informazioni: mariacristinagamba@libero.it.