Gli studenti di osteopatia scendono in pista con EOM Italia

Si chiama “Osteopatia a due ruote” ed è un progetto pilota innovativo e interessante, promosso da EOM Italia che, per tutte le gare motociclistiche della Coppa Italia e del Campionato italiano velocità farà “scendere in pista” anche due giovani osteopati che si occuperanno dei piloti del Team Rosso E Nero. La scuola ha sede a Verona, a Mozzecane.

Benessere, gestione dei disturbi e interventi mirati. Sono le parole chiave che guideranno per tutta la durata del campionato italiano velocità di motociclismo e della Coppa Italia gli osteopati che parteciperanno al progetto “Osteopatia a due ruote”, promosso da EOM Italia (Escuela de osteopatia de Madrid), che ha la sede operativa principale a Mozzecane. L’iniziativa sarà a supporto dei piloti del Team Rosso E Nero, una delle squadre protagoniste del circuito di Coppa Italia e del Campionato italiano velocità. Due fisioterapisti, studenti di EOM Italia, saranno infatti a supporto del team partecipante alle gare per tutta la durata delle manifestazioni, eseguendo valutazioni e trattamenti manipolativi sullo staff, che conta una ventina di persone tra piloti e meccanici.

Il progetto, assolutamente innovativo a livello italiano, ha preso il via il 22 giugno a Imola, in occasione della terza tappa del Campionato italiano velocità. Dietro al box è stata allestita una clinica mobile con lettini, poltrona medica e tutto l’occorrente per esercitare i trattamenti. A darsi da fare due giovani laureati in fisioterapia con percorso formativo in osteopatia in EOM che hanno trattato piloti e meccanici già dalla giornata di prove, lavorando soprattutto su problematiche muscolari riguardanti gli avambracci, gli adduttori delle braccia e la zona cervicale. Dopo una valutazione generale, i terapisti sono intervenuti sul sistema scheletrico, sul tessuto muscolare e fasciale con manipolazioni e altre tecniche osteopatiche, consigliando esercizi da eseguire dopo l’attività sportiva mirati alla prevenzione e gestione dei più comuni disturbi dei centauri. Il tutto collaborando con il preparatore atletico che si occupa dei programmi di allenamento degli atleti.

Altri fisioterapisti-osteopati della scuola torneranno in pista dal 27 al 29 luglio a Misano, dal 21 al 23 settembre al Mugello e dal 5 al 7 ottobre a Vallelunga per il Campionato italiano velocità e dal 24 al 26 agosto al Mugello e dal 12 al 14 ottobre a Misano per la Coppa Italia.

Roberto Adami, presidente del Team Rosso E Nero, che ha sede a Roverbella (Mantova), si dice entusiasta del progetto: “Avere a disposizione professionisti sanitari, in grado di intervenire ad alto livello su problematiche della muscolatura, sta consentendo ai nostri piloti di essere in condizione fisica al cento per cento e ai meccanici di lavorare in maniera ottimale a livello pratico – dice -. I piloti sono molto contenti”.

EOM Italia è una scuola di formazione osteopatica che segue l’impronta della sede centrale in Spagna: il suo impegno è infatti quello di collaborare con le istituzioni e confrontarsi con il mondo accademico universitario, al fine del riconoscimento del percorso formativo dei professionisti sanitari e dello sviluppo della ricerca scientifica. Oltre alla sede di Mozzecane, negli spazi di Villa Vecelli Cavriani, EOM Italia ha sedi operative secondarie a Roma, Torino, Vado Ligure e Udine, per un totale di oltre 600 studenti. Nel contesto veronese la scuola ha promosso e gestisce con l’Università di Verona, scuola di medicina e chirurgia, il master di primo livello in osteopatia nelle disfunzioni neuro-muscolo-scheletriche riservato a laureati in fisioterapia e medicina chirurgia.