Ágnes Heller a Verona: paradossi occidentali

A Sezano un dialogo con la filosofa Ágnes Heller su Europa e democrazia.

La filosofa ungherese Ágnes Heller sarà a Verona il prossimo martedì 19 marzo per una riflessione unica sull’Europa e le sue contraddizioni, in vista delle elezioni di maggio. L’incontro, dal titolo Europa: fra democrazia e tirannia, si terrà alle ore 18.00 nella sala incontri del Monastero del Bene Comune di Sezano (via Mezzomonte). L’iniziativa è promossa da Gabrielli editori, Associazione Monastero del Bene Comune e Fondazione Cis.

Tema comune del pensiero della Heller è il timore che razzismo e sovranismo possano riportare l’Europa ai drammatici scenari del passato, alimentando le correnti naziste che non hanno mai abbandonato del tutto il tessuto culturale occidentale. Erede della cattedra di Hannah Arendt, con cui condivide le origini ebraiche, ha vissuto sulla propria pelle le conseguenze drammatiche dei totalitarismi del secolo scorso. È sopravvissuta alla Shoah, ma ha perso il padre ad Auschwitz. Ha studiato a Budapest, dove ha fondato una Scuola di pensatori progressisti impegnati in prima linea nel valorizzare i bisogni e i diritti dell’uomo. Proprio per le sue teorie, fu perseguitata dal regime sovietico e costretta a fuggire prima in Australia e poi negli Stati Uniti.

Ha scritto un centinaio di libri e i suoi articoli sono tradotti in tutto il mondo. In Paradosso Europa (2017) mette in discussione proprio i valori della tradizione europea, evidenziando paradossi tipicamente occidentali: tolleranza e xenofobia, totalitarismo e libertà. Temi che tornano attuali con la crisi migratoria e il conseguente vacillare dell’impianto europeo. Di fronte ad un’Europa economica e politica in pericolo, però, l’Europa umana può e deve resistere. Nel suo nuovo libro Orbanismo (edito da Castelvecchi), analizza i principi democratici con lo studio del caso Ungheria e l’ascesa di Viktor Orbán.

A 90 anni Ágnes Heller prosegue l’impegno nel divulgare il suo modello di democrazia libera dai vincoli ideologici in tutto il mondo. L’incontro di martedì 19 marzo a Sezano rappresenta un’occasione imperdibile per i veronesi, per conoscere l’ultima esponente del pensiero novecentesco e approfondire le dinamiche culturali, politiche ed etiche del nostro tempo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.