A Verona la conferenza internazionale sulla robotica nelle scuole

Sabato 30 marzo pedagogisti, insegnanti e professionisti provenienti da diversi paesi del mondo si danno appuntamento al San Zeno per condividere le loro esperienze. L’insegnamento della robotica è un mezzo per promuovere le libere opportunità nella scuola.

La robotica è tra le innovazioni che interessano il mondo dell’istruzione, introdotta nel programma di apprendimento fin dalla scuola dell’infanzia per migliorare le capacità di problem solving dei giovanissimi. L’Istituto San Zeno di Verona ospiterà sabato 30 marzo la conferenza internazionale Libere opportunità consapevoli nella scuola, per cambiare il futuro. L’obiettivo è promuovere il confronto e la riflessione sul ruolo delle potenzialità personali per un futuro di libere opportunità nella scuola.

L’iniziativa è promossa dal Polo Europeo della Conoscenza, la rete nazionale che riunisce 4000 istituzioni educative per la ricerca pedagogica e l’innovazione in Europa. L’ente Europole è amministrato dall’I.C. Bosco Chiesanuova. La giornata al San Zeno è dedicata all’insegnamento delle STEM (le materie scientifiche). Studenti, insegnanti ed educatori potranno assistere a seminari e scegliere tra più di 20 laboratori pratici.

L’obiettivo è apprendere, divertendosi, con invenzioni in ambito di robotica educativa, matematica, scienze, valori sociali, ambiente, natura, musica e prevenzione del bullismoGli studenti potranno anche esercitarsi nello Zanshintech, la prima arte marziale digitale per diventare veri e propri Guerrieri Digitali. Il progetto vuole sensibilizzare sui temi della sicurezza in rete e del cyberbullismo.

Tra i partecipanti Serafino Caloi, insegnante promotore di un approccio innovativo per l’insegnamento della matematica, e Ernesto Burgio, pediatra ed esperto di epigenetica con Il mondo digitale e i rischi di involuzione del cervello dei bambini. La Prof.ssa Daniela Lucangeli dell’università degli Studi di Padova parlerà di come rivedere i modelli educativi e l’approccio alla didattica per combattere l’ingozzamento cognitivo e l’ansia prestazionale.

Saranno presenti il coordinatore della rete Stefano Cobello, le senatrici Bianca Laura Granato Alessandra Maiorino, Augusta Celada Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Albino Barresi Provveditore agli Studi di Verona e Pierpaolo Clementoni (Clementoni SpA).

Partecipazione gratuita previa iscrizione su www.europole.org