Zona rossa, ascoltato Conte

Il presidente del Consiglio è stato sentito per circa 3 ore nell'ambito dell'indagine sulla mancata zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro.

pm bergamo palazzo chigi
La pm di Bergamo Maria Cristina Rota arriva a Palazzo Chigi per la deposizione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell'inchiesta sulla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro nel Bergamasco, Roma, 12 Giugno 2020. ANSA/WENDY ELLIOTT

È terminata l’audizione del premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi con i Pm di Bergamo. Il presidente del Consiglio è stato sentito per circa 3 ore nell’ambito dell’indagine sulla mancata zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro.

È ora in corso a Palazzo Chigi l’audizione, sempre con i Pm di Bergamo, del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Al termine del confronto con il titolare del Viminale, i magistrati sentiranno il ministro della Salute Roberto Speranza.

La pm di Bergamo Maria Cristina Rota era arrivata a Palazzo Chigi a Roma per la deposizione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell’inchiesta sulla mancata istituzione della zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro nel Bergamasco.

Il premier è stato sentito come persona informata sui fatti dai Pm di Bergamo che da ieri sono a Roma per raccogliere le deposizioni degli esponenti di governo e dei tecnici che hanno lavorato al loro fianco nell’emergenza Coronavirus e in particolare per avere la loro versione sulla mancata zona rossa ad Alzano e Nembro. Vicenda sulla quale la magistratura ha acceso un faro per capire se istituirla spettava al Governo o alla Regione o a entrambi, se ci siano o meno responsabilità penali e se il non aver isolato i due Comuni, dove già dalla fine di febbraio i contagi erano cresciuti i maniera esponenziale, sia stata una delle cause che ha portato all’alto numero di morti in Val Seriana e nelle sue Rsa, altro tema di indagine assieme a quello del caso dell’ospedale di Alzano. (Ansa)