Un anno fa la tragedia di Ischia

Era la mattina del 26 novembre 2022 quando sull'isola di Ischia forti piogge provocarono il distaccamento di una parte di un costone sul Monte Epomeo, che travolse abitazioni, strade, aree coltivate, provocando la morte di dodici persone.

protezione civile ischia
Foto dal profilo Facebook del Dipartimento della Protezione Civile
New call-to-action

La mattina del 26 novembre 2022 forti piogge si riversarono sull’isola di Ischia (Napoli) causando il distacco di una notevole parte di un costone del Monte Epomeo, nella zona di via Santa Barbara e di via Celario a Casamicciola Terme, che travolse abitazioni, strade, aree coltivate proseguendo la propria corsa lungo Piazza Maio, Piazza Bagni e Via Pio Monte della Misericordia, sino ad arrivare in mare provocando la morte di dodici persone.

LEGGI LE ULTIME NEWS

I Vigili del fuoco operarono, sin dai primi momenti successivi alla colata di fango e detriti, anche con personale giunto in rinforzo da tutta la regione Campania e da altri Comandi d’Italia, per i salvataggi di persone in difficoltà o rimaste bloccate nel fango, con specialisti sommozzatori per la ricerca di dispersi in mare e per la messa in sicurezza di un’area del porto di Casamicciola Terme, per liberare le strade ostruite, per la rimozione di elementi ingombranti trascinati in varie zone di Casamicciola Terme e per la ricerca dei dispersi nelle zone di via Celario e via Santa Barbara.

Proprio in queste ultime due zone, le più colpite dalla calamità, il team USAR (Urban Search and Rescue) effettuò un delicato e difficile lavoro di penetrazione tra i solai compattati di alcune abitazioni distrutte dalla valanga di fango per recuperare i corpi di numerose vittime.

LEGGI ANCHE: Scipione a Verona raddoppia, il bus serale diventa a chiamata in nuove zone

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM