Ucciso a botte nel Milanese, si indaga sulla pista dello spaccio

Il giovane, dopo essere stato picchiato, potrebbe essere stato investito da un'auto. Al vaglio ci sono anche le immagini di tutte le videocamere presenti nella zona.

Polizia di stato
Volante della Polizia di Stato a Verona

Potrebbe esserci un regolamento di conti nell’ambiente dello spaccio dietro l’omicidio di un giovane trovato cadavere stamani in una piazzola di sosta sulla strada statale 36, all’altezza di Vanzaghello (Milano). Lo riferisce l’Ansa. Le indagini sono affidate alla Questura di Varese, coordinata dalla Procura di Busto Arsizio (Varese). Gli agenti stanno cercando di identificare la vittima dalle impronte digitali.

Come già ipotizzato dal medico legale, anche gli specialisti della scientifica hanno rilevato sul corpo diverse fratture alle gambe e al volto oltre a escoriazioni compatibili con bruciature di sigaretta. Il giovane, dopo essere stato picchiato, potrebbe essere stato investito da un’auto. Al vaglio ci sono anche le immagini di tutte le videocamere presenti nella zona.

Sempre al confine fra le province di Varese e Milano, nei boschi della droga di Rescaldina, un mese fa un 24enne originario del Marocco è stato ucciso con un colpo di pistola.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv