Missili caduti in Polonia, due vittime

Secondo le prime informazioni, sembra che missili russi o frammenti di questi siano caduti in Polonia, al confine con l'Ucraina, causando la morte di due persone.

missili polonia

Dalle prime informazioni sembra che siano due missili – probabilmente russi – la causa delle esplosioni e dell’incendio che hanno ucciso due persone a Przewodów, piccolo paese della Polonia a pochi chilometri di distanza dal confine con l’Ucraina. In tal caso lo scenario più probabile sembra essere quello di un errore nel lancio.

La fonte di Associated Press, che ha dato per prima la notizia, sarebbe un ufficiale dei servizi di intelligence degli Stati Uniti d’America. Il governo polacco non ha confermato in via ufficiale l’informazione, ma ha convocato un vertice per le 21. Da parte russa arriva la smentita di un attacco deliberato alla Polonia.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

Il portavoce del Pentagono (la difesa degli Usa) ha dichiarato che «difenderemo ogni centimetro di territorio della Nato». La Polonia è infatti membro della Nato.

Da fonti di stampa locale si indica la possibilità che le esplosioni in territorio polacco siano state causate da frammenti di missili russi abbattuti dall’esercito ucraino. Evidentemente in questo caso le implicazioni sul piano dei rapporti, già tesi, fra Russia e Nato sarebbero meno gravi, pur nella tragedia per le vittime.

I vigili del fuoco polacchi hanno confermato la morte di due persone e stanno operando per approfondire. Oggi l’Ucraina è stata colpita da una grande quantità di missili ed è per buona parte al buio.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il messaggio del Presidente della Lituania

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024