Il ministro Patuanelli: «Vinitaly evento incredibilmente importante»

Presente alla conferenza di presentazione del Vinitaly 2022 anche il ministro Stefano Patuanelli. Preoccupano aumento costi e attacchi al settore.

Il ministro Stefano Patuanelli. Ennevi Foto
Il ministro Stefano Patuanelli al Vinitaly 2021. Ennevi Foto

Il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli alla presentazione del Vinitaly 2022

«Vinitaly è un evento incredibilmente importante e le fiere rappresentano un valore essenziale a supporto del made in Italy. Il vino è cresciuto molto negli ultimi 20 anni: dal 2000 il valore delle esportazioni è infatti quasi triplicato. Detto questo, non mi accontento che il vino italiano sia il secondo al mondo per valore delle esportazioni e il primo per quantità». Lo ha detto, oggi a Roma alla conferenza stampa di presentazione del 54° Vinitaly (10-13 aprile, Veronafiere), il ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli.

LEGGI ANCHE: Tommasi day, ora si comincia: «Un futuro da scrivere insieme»

«Il settore – ha aggiunto il ministro – è costretto ad affrontare alcune criticità a partire dall’aumento dei costi di produzione e delle materie prime, difficoltà destinate ad aumentare con il prolungarsi della crisi».

«Non va tutto bene – ha proseguito Patuanelli – anche per gli attacchi al mondo del vino, in particolare quelli legati al Nutriscore e al temuto bollino nero. Un’ipotesi non accettabile, che l’Italia farà il possibile per scongiurare».

LEGGI ANCHE: Sabato a Nogara il funerale di Bruno Padovani e lutto cittadino

Sul nuovo decreto sui vini sostenibili, il ministro ha annunciato l’adozione di un bollino di riconoscimento: «Avremo – ha concluso – un marchio unico e un percorso di integrazione che coinvolgerà tutti i sistemi di etichettatura con certificazione di qualità e di sostenibilità».

LEGGI ANCHE: Fa discutere il caso Zenti-Campedelli

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv