Ignazio La Russa eletto presidente del Senato

Con 116 voti, l'Assemblea di Palazzo Madama ha eletto Presidente il senatore Ignazio La Russa. Tensione nel centrodestra, con Forza Italia che non partecipa al voto.

Ignazio La Russa
Ignazio La Russa

Il senatore di Fratelli d’Italia Ignazio La Russa è stato eletto presidente del Senato con 116 voti. I presenti erano 187, di cui votanti 186. La maggioranza richiesta era di 104, le schede bianche sono state 66, mentre 2 voti sono andati a Liliana Segre e altrettanti a Roberto Calderoli.

C’è subito però una spaccatura nel centrodestra: la scelta di Forza Italia è stata di non partecipare al voto, in polemica con gli alleati per la scarsa considerazione nei confronti del partito di Berlusconi. Lui, Silvio Berlusconi, però ha partecipato al voto in segno di apertura al dialogo.

Fa discutere però anche un colloquio animato fra gli stessi Berlusconi e La Russa poco prima dell’elezione: il primo avrebbe mandato “a quel paese” il secondo.

LEGGI ANCHE: Erbè, perdono il controllo dell’auto e finiscono in un canale. Quattro feriti

LEGGI ANCHE: Verona, al via la manutenzione dei cortili scolastici

Le congratulazioni di Zaia

«Rivolgo i miei complimenti per l’elezione e un sincero augurio di buon lavoro al neo Presidente del Senato, Ignazio La Russa. Il Senato e il Parlamento in generale sono chiamati sin d’ora a un grande lavoro per dare alla gente le attese risposte e contribuire a fronteggiare la grave crisi economica, anche in rapporto costruttivo con le Regioni e gli Enti Locali». Lo dice il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, complimentandosi con il nuovo Presidente del Senato per l’elezione alla seconda carica dello Stato.

«Garantisco ogni collaborazione istituzionale possibile per portare avanti le tante riforme necessarie, tra le quali quella dell’Autonomia, a cui il Veneto tiene particolarmente».