Da domani nuove regole sul green pass. Si temono tensioni

Annunciati blocchi al traffico ferroviario e manifestazioni per domani, in vista dell'entrata in vigore di nuove norme relative all'uso del green pass. Dura risposta dal Viminale.

Corteo
Corteo "no green pass" a Verona

Nuove regole sul green pass dal primo settembre

Manifestanti “no green pass” negli scorsi giorni hanno annunciato un blocco della circolazione ferroviaria per esprimere contrarietà alla misura. Dura la risposta del sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia: «Se qualcuno domani arrecherà disagi alla circolazione ferroviaria bloccando le stazioni, andrà incontro ad una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Un conto è manifestare pacificamente, altra cosa è creare disagi alle altre persone. Dovremo essere intransigenti».

Numerose le manifestazioni contro le misure anti-Covid e in particolare il green pass, negli scorsi mesi nelle città italiane. Anche a Verona alcuni episodi di questo tipo.

Sulle minacce fatte arrivare negli scorsi giorni a medici, personalità e anche al ministro Luigi Di Maio, aggiunge Sibilia: «Inaccettabili le minacce a medici, giornalisti e politici. C’è un’escalation di violenza che va bloccata e su cui non si può soprassedere. Piena solidarietà al Ministro e amico Luigi Di Maio; le gravi minacce pubbliche e in chat aperte telegram No Vax devono essere perseguite».

Da mercoledì 1 settembre cambiano infatti alcune regole relative all’uso del green pass. Il certificato sarà obbligatorio sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza (aerei, treni ad alta velocità, bus che collegano più regioni), per il personale scolastico e per gli studenti universitari.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il Ministero dell’Interno contro le intimidazioni ai giornalisti

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, riunirà nei prossimi giorni il Centro di Coordinamento per le attività di monitoraggio, analisi e scambio di informazioni sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti.

La convocazione ha l’obiettivo di analizzare anche i recenti episodi di intolleranza e violenza che hanno colpito, tra gli altri, alcuni cronisti nel corso delle manifestazioni di protesta contro le misure anti-Covid assunte dal Governo.

«Il Viminale – si legge in una nota – assicurerà come sempre la libertà di manifestare pacificamente nel rispetto delle regole ma non saranno ammessi atti di violenza e minacce. È grande l’impegno delle forze di Polizia che sono al lavoro quotidianamente per assicurare il controllo del territorio, l’ordine pubblico e l’attività investigativa per individuare chi si inserisce nelle manifestazioni di piazza con atti di violenza e di intolleranza».

LEGGI ANCHE: Incendio a Verona, a fuoco vecchio capannone a Porto San Pancrazio

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM