Al via lo “stralcio” delle cartelle fiscali

È partito lo "stralcio" delle cartelle fiscali non ancora riscosse da parte dell'Agenzia delle Entrate. L'operazione porterà l'annullamento automatico di tutti gli importi iscritti a ruolo fino a 5mila euro, ma ci sono dei limiti di reddito.

È partita, all’Agenzia delle Entrate, la pulizia tra le cartelle fiscali non ancora riscosse e contestate fino al 2010. È l’operazione “stralcio”, che porterà l’annullamento automatico di tutti gli importi iscritti a ruolo fino a 5mila euro. Un provvedimento che, però, stando all’ANSA, non varrà per tutti: è previsto che i contribuenti dovranno avere un reddito imponibile fino a 30mila euro, sia se sono persone fisiche, sia se sono enti o società.

Le modalità tecniche sono fissate in una circolare firmata dal direttore Ernesto Maria Ruffini. La cartella sarà cancellata anche se di valore complessivo superiore ma con singoli ruoli inferiori ai 5mila euro. Nella circolare firmata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate ed emanata d’intesa con Agenzia entrate-Riscossione, vengono forniti chiarimenti sui debiti che possono essere annullati, sui contribuenti che possono beneficiare della misura e sulle tempistiche.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM