Rai3 e Polizia di Stato insieme per “Commissari – sulle tracce del male”

Il nuovo programma targato Rai analizzerà alcuni dei casi giudiziari più controversi e interessanti della storia italiana. A raccontarli, gli investigatori che li hanno seguiti.

Ci si addentrerà nel cuore di alcune indagini storiche portate avanti dagli investigatori della Polizia durante la trasmissione Commissari – sulle tracce del male, nuovo progetto di Rai3 nato da un’idea del giornalista Pino Rinaldi che partirà il 17 febbraio.

Con la collaborazione istituzionale della Polizia di Stato, infatti, le quattro puntate del programma esploreranno alcuni casi di cronaca giudiziaria che hanno segnato il lato umano di chi li stava seguendo da vicino. Protagonisti in prima persona, quindi, saranno proprio i poliziotti e gli investigatori delle singole vicende che saranno intervistati da Rinaldi.

Tra delitti, omicidi e violenze in diverse città italiane, il telespettatore potrà seguire da una postazione privilegiata le indagini e ricostruire i fatti che hanno poi portato ai criminali, grazie al materiale di repertorio e alle interviste ai collaboratori.

Nella prima puntata, dal titolo Romanzo Criminale, la trasmissione porta la lancetta dell’orologio indietro di sei anni a Manfredonia, in provincia di Foggia. Nell’estate del 2012 si consuma un duplice omicidio, un ragazzo scompare nel nulla e un pensionato viene rapinato, massacrato e ucciso nel suo garage; i fatti sono apparentemente impossibili da collegare l’uno all’altro, finché all’improvviso arriva l’intuizione del capo della squadra mobile Alfredo Fabbrocini che riesce a mettere insieme i pezzi di quel puzzle impossibile. L’investigatore punta il dito contro un ragazzo di trent’anni, spregiudicato e dalla forte personalità, capo di una gang di giovanissimi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.