Chi c’è dietro alla pagina “Storia dei quartieri veronesi”?

Riscuote successo giorno dopo giorno e ad oggi sono oltre 6700 le persone che seguono la pagina facebook. A fare da Cicerone in questo viaggio nella storia è Davide Peccantini

Promuovere il senso di appartenenza alla comunità territoriale, partendo dai più giovani, e con modalità diverse in base all’età degli studenti. Questa l’idea di Davide Peccantini, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Quartiere Attivo, che dal 2014 tiene lezioni di storia dei quartieri nelle scuole veronesi. Da qualche mese inoltre ha aperto una pagina facebook che si chiama “Storia dei quartieri veronesi“, per rivolgersi al pubblico adulto.

Davide si laurea in Giurisprudenza, poi non contento, consegue un’altra laurea quinquennale in Scienze Storiche.

La storia è la materia che lo appassiona fin da quando è bambino.

Ed è solo durante un tirocinio di quattro mesi a Berlino nel 2013 che partorisce l’idea di un progetto rivolto alla valorizzazione dei quartieri, partendo dalla conoscenza storica degli stessi.

Con un pugno di amici l’anno successivo mette in piedi l’Associazione di Promozione Sociale Quartiere Attivo, e avvia presso le scuole della città il progetto “Storia dei quartieri”.

Se all’inizio era difficile aprirsi la strada all’interno delle scuole, oggi sono queste a chiamarlo per la sua idea innovativa di insegnamento attraverso modalità didattiche nuove come il cooperative learning, l’utilizzo di strumenti multimediali, e l’insegnamento della geo-storia tramite l’immersione linguistica con l’inglese.

Ad oggi sono stati coinvolti ben 3100 studenti, tra scuole elementari, medie e superiori, in tre anni.

 

I progetti che vengono svolti nelle scuole sono:

Storia dei quartieri; Il Risorgimento nei quartieri, la seconda guerra mondiale nei quartieri, l’uomo nella preistoria; Verona romana con la realtà aumentata; L’antico Egitto; Kidslaw: la costituzione in classe.

Le persone che collaborano con l’associazione sono:

Davide Peccantini: presidente e storico. E’ stato stipulato un contratto per amministratore dell’associazione da gennaio a maggio;

Matteo Agostini: vicepresidente e dottore magistrale in filosofia, si è specializzato nel percorso di Verona Romana;

Elena Cristoni: educatrice alla globalità, ha svolto la terza lezione del progetto di storia dei quartieri;

Chiara Reggio: dottoressa magistrale in archeologia e segretaria dell’associazione.

Fabio Agostini: dottore magistrale in scienze dei beni culturali, ha sviluppato il software di realtà aumentata per Verona romana.