Verona amica del verde: adotta e annaffia una pianta del Comune

Fino a venerdì sarà possibile richiedere un annaffiatoio messo a disposizione da Amia per prendersi cura di una pianta del centro, scelta e prenotata dalla mappa presente sul sito del Comune.

Federico Benini adotta una pianta Verona
L'assessore Federico Benini. Dal suo profilo Facebook
New call-to-action

Il verde è un bene comune: prendiamocene cura insieme. È questo l’obiettivo della nuova iniziativa promossa dal Comune – Assessorato alle Strade e Giardini che punta, con il supporto della cittadinanza, a salvaguardare dalla siccità le giovani piante messe a dimora negli ultimi due anni.

Per farlo Amia metterà a disposizione degli annaffiatoi, che verranno forniti gratuitamente ai tutti i veronesi che si renderanno disponibili a provvedersi cura delle piante, con una regolare irrigazione fino a settembre.

LEGGI ANCHE: “Le Iene” a Verona per il caso Citrobacter: «L’analisi genomica ce l’hanno da diversi giorni»

Come ottenere gli annaffiatoi

Distribuzione annaffiatoi, prenotazione online. La richiesta può essere effettuata fino a venerdì 19 maggio, accedendo al portale del Comune e scegliendo la pianta di cui ci si prenderà cura. Gli annaffiatoi potranno essere ritirati nella sala Erminio Lucchi all’interno della Palazzina “Alberto Masprone” in piazzale Olimpia 3, esclusivamente sabato 20 maggio, dalle 14.30 alle 18.30, e domenica 21 maggio dalle 9 alle 12.

Informazioni sul sito del Comune di Verona.

Cura delle piante

Alcune semplici regole:

  • Bagnare con regolarità la pianta, segnalata con colore bianco o rosso, due/tre volte alla settimana preferibilmente alla sera dopo il tramonto o alla mattina presto, nei momenti in cui l’evaporazione è minima.
  • Impiegare anche acqua di recupero, riutilizzando quella usata per lavare frutta e verdura e quella dei condizionatori e deumidificatori.

«Sensibilizzare i cittadini al mantenimento condiviso del patrimonio arboreo della città credo sia non solo uno stimolo alla cittadinanza attiva ma anche un modo per prestare attenzione a tutto ciò che ci circonda, a ciò che spesso diamo per scontato sottovalutandone alla fine il valore – spiega l’assessore alle Strade e Giardini Federico Benini –. Stiamo innescando una simbiosi mutualistica tra Comune, verde e cittadini per renderci tutti più consapevoli del valore della cosa pubblica».