A Verona il via libero alla “Consulta per il verde”

Una novità per il Comune, per un ulteriore passo verso una maggiore e continua attenzione per la tutela dell’ambiente e la valorizzazione del verde pubblico e privato sul territorio veronese.

Parco Santa Teresa - Verona
Il Parco Santa Teresa, nella zona sud di Verona

Nella seduta di ieri sera via libera definitivo, con ventuno voti favorevoli e sette astenuti, all’istituzione di una “Consulta per il verde” e relativo regolamento. Un’importante novità per il Comune, che finora non ne aveva mai avuta una, per un ulteriore passo verso una maggiore e continua attenzione per la tutela dell’ambiente e la valorizzazione del verde pubblico e privato sul territorio veronese.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Federico Benini
L’assessore al Decentramento, Edilizia popolare, Servizi demografici e statistica, Strade e giardini, Arredo urbano, Federico Benini

Tra le finalità, infatti, c’è quella di proteggere le risorse naturali, preservare il paesaggio, il patrimonio naturale e valorizzare le formazioni sociali presenti sul territorio. Il tutto per favorire una cultura urbana del verde coinvolgendo attivamente i cittadini e le associazioni locali. Il documento è stato illustrato in aula dall’assessore ai Giardini e Arredo urbano Federico Benini.

«La Consulta sarà composta da Amia, dagli agronomi, dai forestali, ma soprattutto dalle associazioni e dai comitati che si occupano di verde nel nostro comune, per esprimere delle linee di indirizzo per quella che è la gestione del verde pubblico insieme al Comune. Un organismo fondamentale e che sarà anche uno strumento di ausilio e di guida per l’Amministrazione stessa, per una città sempre più verde e maggior rispettosa dell’ambiente», aveva affermato l’assessore.

LEGGI ANCHE: Dopo il voto: chi ride e chi piange in provincia di Verona